L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

14/02/2008 20:46:05

Tonsille

Salve sono Antonio e vorrei esporre il mio problema: da sempre convivo con delle tonsille sclero-ipertrofiche di dimensioni esagerate. Chiedendo al mio medico la possibilità di una eventuale tonsillectomia, mi ha risposto che vi devono essere i requisiti per un intervento, quali la recidività (eventi infiammatori più volte in un anno ecc), la resistenza alle cure antibotiche ecc... Da più di un anno presento un rigonfiamento dei linfonodi sottomandibolari dx e di un linfonodo cervicale dx a volte dolente. Devo dire che spesso accuso dei dolori alle tonsille, senza avere febbre, emetto a volte una voce nasale e sento dei rumori di fondo. Ho subito anche una devitalizzazione del dente del giudizio dx. Puo' essere che sia stato curato male? E' arrivata l'ora di asporare la tonsille? L'eventuale tonsillectomia comporta dei rischi(aderenze dei grossi vasi del collo, persistenza di una voce nasale) ad un soggetto 28enne quale sono? Aspetto un vostro aiuto. Vi ringrazio infinitamente.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del17/02/2008

Sono d'accordo con il suo curante: non mi sembra esista una sintomatologia che ponga indicazione alla tonsillectomia. Solo se le tonsille ipertrofiche le impedissero il riposo notturno costituendo un'ostruzione alla sua respirazione durante il sonno, potrebbe per questa ragione essere preso in considerazione l'intervento.

Dott. Francesco Gedda
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Otorinolaringoiatria
TORINO (TO)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra