L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

21/07/2008 19:34:33

TOSSE CONTINUA

È DA una anno circa che soffro di tosse forte , sento un continuo bisogno di grattarmi la gola butto fuori sempre saliva densa schiumosa, solo al primo mattino un'pò di catarro giallo, ho fatto molte visite da allergologi, otorini, per le visite otorine dicono farnigite cronica, e che può dipendere da una ernia iatale e un lieve reflusso esofageo, risultati da una gastroscopia, dalla lastra all'apparato digerente risulta, stomaco allungato ipotonico colon irritabile, è da circa qualche anno che prendo l'omoprazen, mi anno dato anche il gaviscon, ma non vedo miglioramenti, spesso quando tossisco è come se qualcosa che mangio rimane bloccato nella gola infatti capita che butto fuori insieme a questa saliva schiumosa un chicco di riso o altro.sono attacchi che a volte durano delle ore e mi fanno sentire come se avessi un handicap, perchè in pubblico è brutta , mi hanno provato a dare anche il debridat con questo farmaco abbinato all'omoprazen miglioramenti li noto. purtroppo quando stò meglio e lo elimino visto anche la spesa che comporta, la tosse ricompare. potreste darmi un consiglio dirmi secondo voi quale potrebbe essere la causa di questa tosse, se c'è un rimedio definitivo perchè stò impazzendo non sò più a chi rivolgermi grazie e spero presto in una vostra risposta in un consiglio aiuto

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del24/07/2008

Anche la Tosse - naturalmente se non vi è una patologia broncopolmonare - fa parte dei possibili effetti "collaterali" del reflusso. In questi casi la terapia migliore consiste nel prendere per 1-2 mesi una dose doppia del farmaco che già prende o, meglio, con il Lansoprazolo o l'esomeprazolo, e poi proseguire con la dose singola, ma con il dosaggio da adulti, e non ridotto.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra