L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

14/04/2005 10:39:02

Tremori al mignolo dopo sforzo - tendenza a crampo

Sono un uomo di 38 anni, da circa un paio di settimane, quando faccio sforzi con le mani o operazioni che richiedono una certa tensione di tendini e muscoli (come stringere un martello), soprattutto con la destra, le fascie muscolari e nervose che portano al mignolo, per diverso tempo dopo lo sforzo, si "attivano da sole" producendomi dei movimenti involontari, scatti e tendenza al crampo del mignolo. L'evento si presenta anche dopo che semplicemente apro al massimo la mano e poi la rilascio.... il mignolo si muove per conto suo. Premetto che nel 1999 per un trauma sportivo, ho subito un intervento chirurgico per l'asportazione di un ernia cervicale espulsa tra la C6 e la C7, che comprimeva il midollo spinale (l'ernia determinava parestesie generalizzate agli arti inferiori e parziali a quelli superiori, localizzate nelle fascia di tessuti che portano all'anulare e migliolo, più accentuate sul braccio dx). L'infortunio, la preoccupazione dell'intervento, i quattro mesi di immobilità della testa, e la rottura di un rapporto sentimentale nello stesso anno, sommati alle responsabilità sul lavoro.... mi hanno sottoposto in quel periodo ad uno stress importante...... Dopo l'intervento sono rimaste anche sen piccolissima parte le parestesie agli arti superiori, e localizzate ai tessuti che portano ai mignoli delle mani, più presenti nella mano destra.
Detto questo, queste cose che si manifestano... movimenti involontari da cosa possono dipendere? Possono essere legati all'intervento avuto, allo stress, all'uso del computer (tutto il giorno, con maouse a destra) ...... Ora sono anche felice perchè io e mia moglie aspettiamo il nostro primo bambino... devo preoccuparmi?.. Cordiali saluti! Roberto

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del22/04/2005

Egr. signor Roberto,
non credo sia il caso di preoccuparsi eccesivamente. Probabilmente l'intervento non c'entra. Le consiglio comunque di sottoporsi a esame NMR cervicale e a esame Elettromiografico.
La saluto cordialmente e auguri per il nascituro!

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra