L'esperto risponde

Domanda di: Salute maschile

07/12/2007 19:14:21

Trombosi superficiale peniena

Salve sono ormai più di 25 gg. ke ho un problema al pene.Dapprima mi sono accorto che la corona del glande era gonfia allora mi sono recato da un urologo il quale mi ha detto si era un problema circolatorio e di applicare dell'essaven gel e di ricontattarlo se il proble ma non passava.Ricontattatolo mi ha detto di prndere del reparil compresse 1 cp x 3 volte al di.ma niente miglioramento allora mi sono recato da un andrologo a pagamento il quale mi ha detto che ho una trombosi della vena dorsale del pene la quale e sempre stata mollto evidente ma adesso appare in effetti più voluminosa e in un punto sembra esserci come una pallina una qualche ostruzione ma non è però dura al tatto e siccome sono anche circonciso la pelle arrotolata sotto il glande appare anche quella piu gonfia e abbondante e cmq il medico mi ha detto che la soluzione del problema al glande è spontanea nel tempo (settimane)di applicare reparil gel e di non fare sesso per un po. Il mio curante il quale anche lui pensava ad una trombosi mi ha mandato anche lui da un andrologo con la mutua la quale vista la diagnosi si è quasi messa a ridere dicendo che se fose una trombosi avrei il pene che starebbe per cadere,mi ha fatto fareun dopler basale che diceva dorsali e venose cavernose peniene pervie non alterazioni del flusso vena dorsale poco visibile da provabile stasi.La dottoressa in questione conlude per una varicosità dorsale peniena e una infiammazione solco balano-prepuziale consigliandomi di fare esami del sngue urine e tampone balano-prepuziale e lavaggi con saugella e mi ha detto a differenza dell'altro medico di fare sesso altrimenti focalizzando il problema potrei avere disfunzioni erettili.IO nel frattempo sotto consiglio del mio curante continuo con reparil gel e compresse da ormai 15 gg sensa il minimo miglioramentoda oggi mi ha fatto comincire co venosmin compresse e pomata la quale dopo che la applico mi fa brucire la zona (sarà normale). sono decisamente preoccupato e non so pù neanche a quale medico credere e dare retta.Chiedo scusa se mi sono dilungato ma ho paura di avere qualcosa di brutto magari anche un tumore oppure a causa di questo perdere la funzionalità dell'organo,vorrei dunque sapere un vostro parere a chi devo dare retta e se sapete consigliarmi un bravo specialista nella citta di torino .Grazie fatemi anche sapere sessualmente come devo comportarmi

La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui



Altre risposte di Salute maschile


© RIPRODUZIONE RISERVATA