L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute femminile

18/02/2006 22:44:44

Tube chiuse

Egregio Dottore,

mi chiamo Ornella, ho 35 anni ed ho tentato 5 FIVET per un problema di astenospermia di mio marito ma senza esito alcuno. Dopo aver eseguito una laparoscopia con cromosalpingografia mi hanno diagnosticato che le tube sono chiuse all'origine (all'altezza dell'utero).

Successivamente ho tentato anche una ICSI (premetto che a quell'epoca non si era ancora riscontrato il problema delle tube chiuse) per tentare una gravidanza ma, purtroppo, non si è mai verificato l'attecchimento dell'embrione.

Desiderei a questo punto capire se il problema può essere dovuto ad un problema uterino o anche ad un problema ansioso/ormonale per il forte desiderio di divenire mamma.

Ultimo quesito: ci sono strutture ospedaliere che eseguono l' intervento di apertura delle tube (per favorire una gravidanza naturale) ? Se sì, secondo Lei, ciò potrebbe comportare effetti indesiderati ?

La ringrazio anticipatamente per il Suo cortese riscontro e colgo l'occasione per porgere distinti saluti.

Ornella.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del22/02/2006

Gentile signora,
lei ha già fatto molto e capisco il suo scoraggiamento. E' difficile risponderle perchè mancano delle informazioni importanti; se, come capisco, esiste ,oltre al problema tubarico, anche un problema andrologico (l'astenospermia di suo marito) ritengo che un intervento di salpingoplastica risolverebbe solo in parte il vostro problema e certamente la ICSI vi potrebbe dare probabilmente maggiori possibilità. Le consiglio di rivolgersi ad un centro di provata esperienza dove sia possibile congelare gli ovociti. Se ve ne fossere in numero superiore a quelli inseminabili potrebbe evitare, in caso di un nuovo insuccesso, di ripetere la stimolazione ormonale e il prelievo ovocitario. Cordiali saluti

Dott.ssa Elisabetta Chelo
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
FIRENZE (FI)


Altre risposte di Salute femminile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra