L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

17/10/2007 21:52:57

Tumore al polmone

Mia madre tre anni fa è stata sottoposta ad un intervento per un tumore al colon-retto. Purtroppo il tumore si è propagato anche al fegato ed al polmone destro. Sta facendo chemioterapia solo per il fegato. La scorsa settimana ha fatto una radiografia al torace ed hanno trovato acqua su mezzo polmone destro. Da questa primavera è calata di peso (15 KG). L' oncologo ci ha consigliato di non togliere l'acqua finchè mia madre non avrà difficoltà a respirare da seduta.
Voi cosa mi consigliate? Mia madre vorrebbe togliersi l'acqua. Se togliamo l'acqua adesso la situazione potrebbe peggiorare?
Vi ringrazio per la risposta. Cordiali saluti
Roberta

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del22/10/2007

Gentile Sig.ra,

Devo desumere che, purtroppo, la neoplasia della mamma e' attualmente in uno stadio particolarmente avanzato; la chemioterapia che ha intrapreso ha lo scopo di mantenere la situazione relativamente stabile anche se, obiettivamente, non ci si possono aspettare miracoli. In questa fase della malattia, tuttavia, e' fondamentale concentrare gli sforzi medici sulla qualita' della vita piu' che sulla quantita' ("dare la vita ai giorni piu' che i giorni alla vita"). Per questo motivo, pur non conoscendo le attuali condizioni cliniche generali della mamma, e' indispenzabile eliminare il versamento pleurico che si e' formato il piu' velocemente possibile allo scopo di migliorare le capacita' respiratorie e, appunto, la qualita' della vita! l'evacuazione precoce del liquido ha anche un altro scopo: evitare che il polmone venga irrimediabilmente danneggiato dalla compressione che il liquido esercita costantemente su di esso tanto da impedire una sua riespansione completa. Per sua conoscenza sappia che esiste la possibilita' di evitare che il versamento, probabilmente legato alla malattia di base, si riformi nuovamente: si chiama talcaggio pleurico e si esegue mediante un intervento chirurgico in anestesia generale di modesta entita' denominato videotoracoscopia (VATS): in mani esperte e posto che le condizioni attuali lo consentano, risolverebbe pressocche' definitivamente il problema del liquido.
Non esiti a contattarmi per ulteriori notizie ma, mi creda, e' importante che la mamma respiri nel migliore dei modi per cui: il versamento DEVE essere evacuato!
Cordialmente

Dr stefano Treggiari
Chirurgia Toracica
Os. C.Forlanini - Roma

Dott. Stefano Treggiari
Medico Ospedaliero
Specialista in Chirurgia toracica
ROMA (RM)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra