L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

29/06/2007 12:24:58

Tumore del testicolo

Gentilissimi Dottori,
a Gennaio scorso, grazie a mio figlio che mi ha colpito (involontariamente) con un pugno nei testicoli, ho scoperto di avere una massa nodulare al testicolo sx.
Il conseguente esame ecotomografico dello scroto (eseguito a fine gennaio) ha evidenziato “un’area nodulare solida ipoecogena a margini netti di forma irregolare non ecoattenuante, di n.d.d. nel testicolo sinistro. Testicolo destro indenne”.

Eseguo nel più breve tempo possibile i seguenti controlli:
1. Markers tumorali: Alfa-Fetoproteina 63 (v.n.<9); beta-HCG 9 (v.n.<5)
2. TAC – total body con il seguente esito (mi limito alla parte addomi-pelvi): “Si apprezzano alcuni linfonodi ingranditi (circa 1 cm), omogenei di morfologia rotondeggiante, in sede intercavaortica e paraortica sn in sede appena distale rispetto ai vasi renali, e in prossimità dei vasi femorali di sn. Non si apprezzano ulteriori linfoadenomegalie; sono presenti alcuni linfonodi aspecifici, subcentimetrici, lungo gli assi iliacofemorali bilateralmente”.

Inevitabilmente vengo sottoposto ad intervento chirurgico per l’esplorazione estemporanea del testicolo e, a causa dell’esito della biopsia, mi viene praticata una orchifunilectomia sn e posizionamento della protesi.

Esito dei markers immediatamente dopo l’intervento: Alfa-Fetoproteina 379 (v.n.<9); beta-HCG 297 (v.n.<5).
Esito esame istologico (brevemente): “Tumore misto a cellule germinali composta da carcinoma embrionario (90%) e tumore del sacco vitellino (10%)”.

Nel mese di Marzo (dopo aver eseguito la crio-conservazione) inizio la chemio terapia (schema PEB (Cisplatino, Etoposide, Bleomicina).
Markers prima di iniziare la chemio: Alfa-Fetoproteina 1148 (v.n.<9); beta-HCG 564 (v.n.<5)
Dopo il primo ciclo (ad Aprile) ripeto i markers con i seguenti risultati: Alfa-Fetoproteina 97 (v.n.<9); beta-HCG 2 (v.n.<5).
A Maggio termino la chemio (3 cicli) con i seguenti risultati: Alfa-Fetoproteina 5 (v.n.<9); beta-HCG assente (v.n.<5).

L’11 Giugno eseguo una PET-TAC TOTALBODY con il seguente esito: “L’esame PET-TAC globale corporeo non ha messo in evidenza immagini di aumentata attività metabolica da riferire a patologia neoplastica ed in particolare a livello delle stazioni linfonodali ad domino-pelvici” Conclusioni: Esito negativo per patologia neoplastica”.
A seguito di tale risultato, l’oncologo mi ha consigliato “assolutamente” di sottopormi ad intervento di “linfoadenectomia – retroperitoneale” mentre, il chirurgo urologo, mi ha consigliato di eseguire la stretta sorveglianza.

A questo punto capite benissimo che mi trovo di fronte a due pareri “discordanti” e che dovrò fare una scelta importantissima.Cosa mi consigliate?

Grazie anticipatamente

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/07/2007

la scelta è molto difficile e lei non la può delegare a nessun altro. se devo dire la mia: la linfadenectomia l'avrei eseguita prima della chemio terapia a questo punto sarei d'accordo con il collega urologo di procedere con i controlli e nel caso si noti una ripresa di terapia si valuta se eseguire l'intervento chirurgico o un nuovo ciclo di chemioterapia.
cordialmente

Dott. Michelangelo Sorrentino
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Urologia
NAPOLI (NA)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra