L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

31/01/2006 17:20:43

Tunnel carpale

Salve, volevo delle informazioni sul tunnel carpale,può portare deformazine alla mano soprattutto al pollice? è necessario effetuare l'intervento quali sono le cause se non viene effetuato l'intervento ?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del03/02/2006

Gentile Signora, il tunnel carpale è una struttura anatomica del polso formata da alcune piccole ossa che ne costituiscono il pavimento ed un robuso legamento che lo chiude come un tetto. Nel tunnel carpale passano i tendini che fanno piegare le dita (flessori) ed il nervo mediano, che dà la sensibilità alle prime tre dita, a parte del quarto dito e del palmo della mano, inoltre innerva quel gruppo di quattro muscoli che si trova alla base del pollice. Spesso, ed in particolare nel sesso femminile, la pressione all'interno del tunnel carpale aumenta per le cause più diverse, come ad esempio l'infiammazione delle guaine dei tendini, a seguito di una frattura ecc. In questo caso il nervo viene compresso e comincia a dare dei sintomi che sono il formicolio e/o la diminuzione della sensibilità nelle dita innervate dal nervo mediano, la diminuzione della forza di presa ed altri sintomi che molto spesso peggiorano la notte. In questo caso la malattia viene chiamata "sindrome del tunnel carpale". Essa non porta la deformazione del pollice: a volte vi è, nei casi più avanzati, la diminuzione o la scomparsa dei muscoli che sono alla base del pollice: la deformazione è data generalmente da un problema Artrosi co. Una volta fatta una diagnosi corretta (visita specialistica, elettromioneurografia, Rx) è possibile intervenire chirurgicamente, in regime ambulatoriale, con un intervento poco invasivo ed un decorso postoperatorio di 3-4 settimane. Non fare l'intervento, oltre a protrarre la sintomatologia dolorosa e fastidiosa, causa la progressiva degenerazione del nervo
con minori possibilità in seguito di successo per l'intervento.
Cordiali saluti.
Enrico Margaritondo
Chirurgo della Mano

Prof. Enrico Margaritondo
Casa di cura privata
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia d’urgenza
ROMA (RM)


Risposta del01/04/2006

La Sindrome del Tunnel Carpale è la patologia più frequentemente riscontrata dai chirurghi della mano. Si tratta di una compressione del nervo mediano all'interno del "tunnel" o "canale carpale", situato nel polso, al cui interno decorre il nervo mediano e 9 tendini flessori. La compressione del mediano si verifica per motivi diversi, ma quasi sempre per un canale anatomicamente stretto in presenza di altre situazioni (la più frequente è la Menopausa , seguita dalla gravidanza, o l'artirite reumatoide, condizioni che favoriscono un aumento di vulume del "contenuto" del canale. Occorre verificare se tale formicolio interessa pollice, indice, medio e metà anulare (nervo mediano) oppure il mignolo e l'altra metà dell'anulare (nervo ulnare).
Indispensabile una valutazione specialistica da parte di un chirurgo della mano, che prescriverà o meno eventuali accertamenti diagnostici (elettromiografia). L'intervento chirurgico, effettuabile con numerose tecniche, ottiene l'allargamento del canale del carpo al cui interno il nervo risulta "compresso", con immediata risoluzione del quadro clinico; solo nei casi in cui il nervo risulti già danneggiato, occorrerà un certo tempo (settimane o mesi) perchè scompaia del tutto il formicolio "di base", cioè quello eventualmente presente al di fuori delle "crisi" di formicolio, che sono prevalentemente notturne; queste ultime, invece, scompaiono immediatamente dopo l'intervento di "decompressione". Tale intervento si effettua in anestesia locale e dura non più di 2-3 minuti. La mano viene messa subito in movimento, anche se la forza risulterà ridotta per 10-15 giorni.

Cordiali saluti.

Dott. Giorgio LECCESE

Chirurgo della Mano (Taranto)

Dott. Giorgio Leccese
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
TARANTO (TA)


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra