L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

20/10/2005 12:00:24

Ulcere alle gambe

Grazie per avermi dato questa opportunità di porre domande inerenti ad un problema che mia madre nn riesce a risolvere.

La quatione riguarda, appunto, mia madre:
ha 83 anni - nel Dicembre 1981 cade in casa e subisce frattura del femore e lesione del bacino.
Essendo ricoverata Osp. Cardarelli di Napoli il 21/12/1981 (in prossimità delle festività natalizie) è sottoposta a trazione della gamba fratturata per lungo tempo.

DA QUI TUTTI I PROBLEMI

La trazione troppo stretta e prolungata, le comporta una seria Flebite alla gamba.
Questo ritarda di molto l'intervento .................. le dimissioni dall'ospedale dopo una lunga e sofferta fisioterapia avviene dopo CINQUE MESI.
Da allora mia madre non ha mai risolto i suoi problemi di deambulazione ed ha avuto sempre problemi di circolazione.

Circa 6/7 anni fa si sottopone ad un altro intervento alla gamba x sostituzione della protesi del collo del femore e rifacimento dell'acetabolo.
ALTRI SETTE MESI DI DEGENZA

Giungiamo ai nostri giorni .......
Mia madre da anni ha problemi di circolazione alle gambe, specialmente alla gamba interessata dall'intervento di frattura di 20 prima, e da molti mesi ha un' Ulcera alla gamba che non riesce a debellare nonostanti lunghe cure con vari antibiotici, con garzer di fitostimolina, pomate, ..... e molte molte bustine di AULIN per il fortissimo dolore e bruciore di cui è soggetta.

La terapia è composta come segue:
- Vasellina Bianca
- Kirudoid 25000
- Betadine 10% soluzione cutanea
- Qatoxjn Spray
- Sodio Cloruro 0.9 %
- Fitostimolina 15%
- Gocce di Condramal
Non credo, pur non essendo medico, che non esista una cura per evitare che una persona anziana debba soffrire tanto.

Probabilmente le mie informazioni sono insufficienti per formulare una giusta diagnosi ed appropriata terapia, ma io ci ho provato.
Vorrei anche conoscere gentilmente il nominativo di qualche angiologo bravo che riceve a Napoli ed un vostro parere sul prof. Scaramuzzino Lanfranco che vorrei contrattare.

GRAZIE DI CUORE

F.TO MARIO SARNO - Via Marconi 131 - 80026 Casoria (NA)
e-mail: mariosarno@libero.it



Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del27/10/2005

Gentile Sig. Sarno,
nella patologia che interessa sua Madre, Ulcera dell'arto inferiore, bisognerebbe procedere come segue:
1) ecocolordoppler arterioso arti inferiori ( in caso di arteriopatia il bendaggio elastico deve essere applicato dallo specialista).
2) combattere il dolore cutaneo da infiammazione con cortisonici senza antibiotico a dosi massive giornaliere ( il cortisonico per via topica non Influenza il livello di cortisolo ematico ).
3) pulizia del fondo dell' Ulcera fino a renderlo rosso "fragola", evitando di farlo meccanicamente con garze o altro,
ma con medicazioni occlusive.
4) raggiunta la pulizia del fondo procedere con garze vasellinate di protezione.
5) bendaggio elastico con benda non adesiva, alta 10 cm, color "carne", piuttosto "dura", perchè tutto ciò che aiuta i margini dell' Ulcera ad avvicinarsi fa al caso nostro, da togliere al riposo notturno.
Cordiali saluti dott. Carlo Cipriani

Dott. Carlo Cipriani
Specialista convenzionato
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra