L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

02/07/2006 00:04:15

Un consiglio.

Cara Dottoressa, sono la madre di una sedicenne. E' parecchio tempo che la trovo strana e cambiata. E' arrogante e prepotente con noi genitori, e dialoga molto poco con altre persone. Ho chiesto alle sue amiche e mi hanno detto che con loro nn si comporta così...anzi...è solare e allegra e parla con tutti, ma capita a volte di vederla in un angolo a piangere.... Ho scoperto che si è innamorata di un suo coetaneo. Sono tre anni ormai che parla sempre e solo di lui...a casa è triste proprio x questo motivo...perchè purtroppo nn è ricambiata. Ho paura che viva l'adolescenza in maniera scorretta ed infelice...è sempre triste e piange spesso. Non so come fare. Mi dia un suo consiglio.non voglio più vederla così triste x un ragazzo.

Grazie.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/07/2006

Un figlio adolescente à sempre un problema per i genitori, soprattutto ora che i genitori si sentono molto responsabili della buona crescita psicologica dei figli. Io però credo che sia inevitabile che una ragazza passi un periodo di ribellione e oppositività verso la famiglia. Paradossalmente questa oppositività è tanto più accentuata quanot più la famiglia è presente ed attenta. Infatti sua figlia con questi comportamenti sta rivendicando un suo spazio di decisionalità e autonomia. Se con i coetanei le cose sono normali, questo è un buon segno. Sua figlia sta solo manifestando il conflitto tra il deisiderio di essere "grande" e una profonda immaturità che si manifesta appunto con il comportamento oppositivo. Non fatevi vedere troppo preoccupati nè indignati. Tenetela però d'occhio, con discrezione ma anche con fermezza. Cercate di aprire spazi di dialogo (il che vuol dire anche tollerare i suoi silenzi) e fate vedere che i genitori sanno godere della propria vita anche di coppia. Tanto più voi genitori sarete sereni e "indifferenti" tanto più vostra figlia sentirà il bisogno di riavvicinarsi a voi. Ricordatevi che nessun genitore può sostituirsi al figlio nelle esperienze di vita, comprese quelle sbagliate.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra