L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

03/09/2004 22:08:53

Valori transaminasi

Ho fatto gli esami del sangue i valori sono tutti nella norma tranne trigliceridi 184 e transaminasi-GPT 63 gamma Gt-s 55.
Il miomedico mi ha detto di non bere più alcol e fare una dieta più attenta comunque niente, per ora, di preoccupante. Dopo la vista ho guardato un pò cos'è la transaminasi e ho capito che indica la stato di salute del fagato. Però non ho trovato quali sono i valori di pericolo serio. Mi piacerebbe sapere quali sono i valori che indicano una epatite o una cirrosi o altre patologie del fegato. Ho letto che il max è 40 in caso di malattia del fegato i valori vanno a 80, 200 o 400 ? Grazie per le risposte

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/09/2004

Carissima,

le transaminasi sono enzimi contenuti nelle cellule del fegato. Per questo motivo aumentano in caso di danno al fegato. Peraltro non è detto che l'aumento delle transaminasi sia proporzionale alla gravità del problema epatico almeno nelle forme croniche.
Il valore delle transaminasi è molto indicativo nelle epatiti acute dove può superare anche il valore di 1000.
Nelle forme croniche invece è possibile osservare transaminasi normali anche in presenza di malattie epatiche significative.
Potrebbe essere il caso di seguire il giusto consiglio del medico curante e ripetere a distanza gli esami. In caso di alterazione anche al successivo controllo utile approfondimento diagnostico con esami ematici ed eventualmente una ecografia.



Dott. Paolo Montalto
Medico Ospedaliero
PESCIA (PT)




Risposta del06/09/2004

Il valore in sè non è indicativo di malattia a meno che non superi ( per le transaminasi ) il valore di 70 - 80. Quelle importanti sono le gammagt perchè indicano, se aumentate, una infiammazione del fegato e cioè un' Epatite . Questa può essere di vario tipo: virale, chimico-tossica ( alcool, farmaci, cibo ) che per fortuna è la più frequente. Per i dati che lei comunica io credo si tratti di un sovraffaticamento del suo fegato da cattiva alimentazione. Il mio consiglio è:
ridurre i grassi ( cornetti, merendine, burro, margarina etc), l'alcool ( birra compresa ) mangiare carboidrati complessi ( pane integrale o di farro ) e frutta fresca a colazione ; carboidrati e verdura ( 1 porzione cruda e 1 cotta ) a pranzo e proteine ( soprattutto pesce ) più verdura ( 1 porzione cotta e 1 cruda ) a cena. Non cuocia con salsine ma privilegi la cottura in forno, alla griglia e a vapore. Beva 2 litri di acqua oligominerale al giorno ( no Ferrarelle e Uliveto )

Dott. Cinzia De Vendictis
Specialista attività privata


Risposta del08/09/2004

I parametri da lei citati vengono considerati nella loro evoluzione mel tempo e non soltatno come dato assoluto, segua le raccomandazioni dietetiche ed il calo ponderale.

Prof. Luciano Pagliari
Medico Ospedaliero
ROMA (RM)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra