L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

07/03/2006 20:07:32

Vescia neurogena e ritenzione fecale da trauma midollare

Egregio dottore,
ho 33 anni e in seguito ad incidente ferroviario (deragliamento del treno sul quale viaggiavo) ho riportato: frattura vertebrale di L3, frattura plurima e scomposta del bacino, trauma cranico. dopo l'intervento chirurgico d'urgenza è stato impiantato uno stabilizzatore con viti transpeduncolari tra L2 e L4.
a distanza di quasi un anno devo operare cateterismo a intermittenza continuo per assenza di sensibilità e ispezione rettale per defecare. oltre che poca sensibilità ai genitali e da lì una sorta di impotenza al femminile. Vorrei sapere a che centro rivolgermi per iniziare una terapia valida per recupare anche un pò la possibilità di far pipì. elettrostimolazione intravescicale potrebbe essere un primo passo. ma non ho possibilità nella mia città (vivo a Reggio calabria) manca di mezzi. Non ho problemi a spostarmi presso altra regione. ecco la richiesta di un parere per un ospedale con reparto che si occupi di questi problemi che sì legati all'urologia ma più specificatamente alla neurourologia. Grazie.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del10/03/2006

Oggi , anche se con un relativo ritardo , in Italia cominciano ad essere presenti sul territorio nazionale un certo numero di Unità Spinali che sono le strutture dedicate alle persone che hanno subito una lesione midollare. Io per anni ho lavorato presso l'Unità Spinale della Divisione Urologica dell'Ospedale di Magenta e conosco purtroppo per esperienza diretta le difficoltà che incontrano generalmente i medullolesi a trovare una struttura che si occupi in modo competente e completo di tutte le varie problematiche legate ad una lesione neurologica. Comunque la cosa migliore da fare ed il consiglio che le do è quello di rivolgersi al suo medico curante o all'ASL di sua competenza per avere informazioni precise sull'Unità Spinale più vicina alla sua residenza. Auguri ed un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra