26/11/04  - Cistite emorragica - Salute maschile

26 novembre 2004

Cistite emorragica




Domanda del 26 novembre 2004

Domanda


Salve sono una ragazza di 22 anni indiana adottata a 2 anni da un a coppia italiana (Meravigliosi i miei genitori!!!) Ho frequenti cistiti emorragiche , frebbricola, dolori alle articolazioni; raramente gonfiore delle mani. questi dolori non sono continui, mi capita di zoppicare per 5 min. poi il dolore ai piedi passa e copmare alle mai,o alle ginocchia o ai gomiti. Ho effettuato l'esame dell'urina dal quale è emerso: presenza di emazie, leucociti, batteri; proteinuria 300ml. Urinocoltura: Pseudomonas ed altri. Ho assunto diversi antibiotici per un periodo di 2 mese con continue recidive. Dalla flussomertia è risultato tutto normale. In ospedale le successive analisi delle urine sono risultate normali e mi chiedo se le cure che ho fatto possano aver "inquinato " gli esami.Altri esami effettuati reumatest 9/15; presenza ab anti cytomegalovirus solo IgG; prolattina il doppio del valore normale nonostante il ciclo mestruale sia di 29 gg. Oltre ai dolori articolari, le frequenti cistiti, a volte avverto anche un forte dolore agli occhi come se aumentasse la pressione oculare e mi sembra di vedere dei puntini bianchi. Sette anni fa ho avuto la mononucleosi accompagnata da frebbre e poi frebricola per 2 mesi e dolori articolari, gonfiore delle articolazioni. Ora sono preocupata perchè in ospedale i medici mi hanno dimessosenza diagnosi dicendo che a livello renale sto bene e... "Qualcosa hai avuto ma non sappiamo cosa; ora le tue analisi sono buone!" Non capisco se devo preoccuparmi perchè i fastidi persistono eccetto per la cistite che tengo a bada bevendo molto e assumendo degli antibatterici per le vie urinarie, che alleviano il bruciore ad urinare. Se esiste una patologia chi dovrei, secondo il suo parere contattare un urologo, un internista, un reumatologo o altro? I miei sintomi, così vari e intermittenti, a cosa le fanno pensare? Spero di averLe fornito abbastanza informazioni. La ringrazio per la disponibilità e professionalità.
Risposta del 29 novembre 2004

Risposta di GINO MONTALCINI


anche se le notizie sono un po' vaghe specie sugli esami effettuati cercherei di escludere patologie autoimmuni e sentirei o un reumatologo o un nefrologo


Dott. Gino Montalcini
Casa di cura privata
ASTI (AT)





Il profilo di GINO MONTALCINI
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Salute maschile



Potrebbe interessarti
Attività fisica e calo del testosterone
Salute maschile
29 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Attività fisica e calo del testosterone
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli
Salute maschile
17 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli