14/02/05  - Contagio - Malattie infettive

14 febbraio 2005

Contagio




Domanda del 14 febbraio 2005

Domanda


sono stata dal ginecologo ed ho notato che ha indossato solo un guanto alle mani mentre l'altra era senza niente, con quella senza guanto mi ha toccato le grandi labbra esternamente e poi la base del dilatatore. A me questo non e' sembrato giusto anche perche' prima erano andate altre due pazienti prima di me e sono sicura che non si e' lavato le mani, volevo sapere se ho corso il rischio di prendere qualche infezione o anche l'aids e se devo fare qualche analisi o non e' necessario.Vi ringrazio e vi prego rispondete subito anche perche' poi ho saputo che il dott. era stato indagato o arrestato non so per cosa.
Risposta del 17 febbraio 2005

Risposta di ALESSANDRO AHRENS


Diciamo che il collega ha mancato di "professionalità". Sarebbe stato opportuno indossare i guanti per effettuare i vari esami che erano previsti. Sarei di contro curioso di sapere come può affermare di aver certezza che il collega non abbia provveduto a lavare/disinfettare le proprie mani.
Dubito che nel breve lasso di tempo della visita lei possa aver corso il rischio di contrarre malattie infettive quali l'AIDS, a meno che addirittura neanche lo strumentario fosse stato trattato precedentemente con sostanze virucide e battericide.
Se poi per sua premura vuole fare delle analisi, può farle tranquillamente.
Per quanto riguarda il comportamento del collega posso solo suggerirle di rivolgersi presso il competente Ordine dei Medici per segnalre l'accaduto e far presente eventuali dubbi od incertezze.
Personalmente avrei un sospetto su questo comportamento da parte del collega, ma non è corretto l'esprimerlo in questa sede.

Ci faccia eventualmente sapere l'evolversi della questione.
Saluti

Dott. Alessandro Ahrens
Odontoiatra
NOCCIANO (PE)



Il profilo di ALESSANDRO AHRENS
Risposta del 17 febbraio 2005

Risposta di SALVATORE DI GRAZIA


L'esame ginecologico si effettua con i guanti in ambedue le mani, per regole di igiene soprattutto, sia per la paziente che per il medico. Il rischio di malattie (soprattutto gravi) è veramente remoto se dovesse accusare disturbi (prurito, bruciore, arrossamento vulvare, etc.) basterà effettuare altro esame (anche il pap-test). Sull'eventuale indagine che lei riferisce, credo che non si tratti di argomento da trattare in questa sede.
Saluti.

Dott. Salvatore Di Grazia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
CATANIA (CT)



Il profilo di SALVATORE DI GRAZIA
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Malattie infettive



Potrebbe interessarti
Vacanze all’estero: attenzione alle zanzare
Malattie infettive
19 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Vacanze all’estero: attenzione alle zanzare
Contrasto all’antibiotico-resistenza: usare gli antibiotici solo quando servono.
Malattie infettive
26 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Contrasto all’antibiotico-resistenza: usare gli antibiotici solo quando servono.
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla
Malattie infettive
22 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla