13/02/05  - Danni celebrali causati da videogiochi - Malattie infettive

13 febbraio 2005

Danni celebrali causati da videogiochi




Domanda del 13 febbraio 2005

Domanda


Egregio dottore, Sono un ragazzo di ventidue anni,1'72cm per sessanta chili,tipo sedentario,professione cuoco,fumatore occasionale da due mesi,dopo 7 anni di vizio,ho praticato sport fino ai 18 anni.Da circa un anno ho dei dolori alla schiena ed alla colonna che coinvolgono anche il petto ed il fianco nella parte sinistra del busto all'altezza dello sterno,ho fatto accertamenti,radiografie,elettro-cardiogramma e fisioterapia ma persistono,da circa un mese poi ho cambiato abitudini intestinali,le feci non sono più compatte,lo stomaco brontola di continuo prima e durante le digestioni e avverto dolori di stomaco ed intestinali concentrati nella parte sinistra dell'addome.Come può capire è un pò di tempo che non mi sento bene ma non riesco a trovare l'origine e la causa di questi malesseri e volevo informarmi sul da farsi ed oltretutto porle un quesitò che potrà risultarle originale quanto interessante a parer mio:è possibile che giocando un oretta al giorno per,più o meno,300 giorni all'anno,per circa cinque anni,allo stesso videogioco di calcio x playstation,anche considerando che quindi la schermata non cambia mai il contenuto dell'immagine in maniera importante ed oltretutto si segue in continuazione il pallone con lo sguardo,ci si possa creare,oltre che la più conosciuta epilessia,dei danni celebrali di qualsiasi tipo?E la conseguenza di questi eventuali danni si possa far risentire su altre parti del corpo causando ad esempio problemi circolatori,tumori o altre malattie che si pensa siano causate anche da problemi psicologici e quindi del cervello?Vorrei abusare della sua gentilezza chiedendole anche se i dolori alla schiena di cui le parlavo potrebbero essere causati dalla ripetuta contrazione dei muscoli della zona dovuta al freddo mentre viaggio in motorino?La ringrazio per la sua eventuale disponibilità nel ripondermi sperando di essere stato chiaro nel porle questi quesiti.Grazie e a presto.
Risposta del 16 febbraio 2005

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Nessuna delle sue paure è giustificata. Invece, si muova di più e in modo efficace. Si iscriva a una scuola di arti marziali o a un corso di yoga. Vediamo se anche i disurbi intestinali scompariranno. Ci tenga informati. Saluti.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista in Neuropsichiatria infantile
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Malattie infettive



Potrebbe interessarti
Vacanze all’estero: attenzione alle zanzare
Malattie infettive
19 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Vacanze all’estero: attenzione alle zanzare
Contrasto all’antibiotico-resistenza: usare gli antibiotici solo quando servono.
Malattie infettive
26 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Contrasto all’antibiotico-resistenza: usare gli antibiotici solo quando servono.
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla
Malattie infettive
22 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla