25/02/05  - Dolore cronico all'altezza del pube - Scheletro e Articolazioni

25 febbraio 2005

Dolore "cronico" all'altezza del pube




Domanda del 25 febbraio 2005

Domanda


Ringrazio per la risposta. Da quasi un anno soffro di dolori all'altezza del pube che danno quasi l'impressione di generarsi "sottopelle". Il mio medico curante, dopo un'attenta visita, ha concluso che i dolori sono di carattere muscolare. Faccio attività sportiva a livello amatoriale 2-3 volte la settimana e spesso, nei giorni successivi, questi dolori sono più intensi. Qualcuno mi dice sia pubalgia... Cosa posso fare?
Risposta del 04 marzo 2005

Risposta di PASQUALE PRISCO


E' probabile, dalla coincisa descrizione della sintomatologia, che si tratti di pubalgia, ormai probabilmente cronicizzata.
Un esame clinico da parte di uno specialista ortopedico, o di uno specialista in medicina dello sport,
seguiti eventualmente dalla prescrizione di un esame radiografico,
potranno chiarire ulteriormente la diagnosi ed indirizzarla verso la terapia più opportuna.
LE POSSO COMUNQUE SUGGERIRE DI SOSPENDERE, IN ATTESA DELLA VISITA, QULUNQUE ATTIVITA'
SPORTIVA E QUALUNQUE SFORZO CHE IMPLICHI L'USO DEGLI ARTI INFERIORI:NE TRARRA' COMUNQUE GIOVAMENTO.

Dott. Pasquale Prisco
Specialista in Ortopedia e traumatologia
TORRE ANNUNZIATA (NA)



Il profilo di PASQUALE PRISCO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Scheletro e articolazioni
16 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Scheletro e articolazioni
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Scheletro e articolazioni
26 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni