29/01/05  - INTERVENTO DI FESS E SETTOPLASTICA - Chirurgia estetica

29 gennaio 2005

INTERVENTO DI FESS E SETTOPLASTICA




Domanda del 29 gennaio 2005

Domanda


A SEGUITO DIAGNOSI DI: -POLIPOSI NASALE,IPERTROFIA DEI TURBINATI E DEVIAZIONE DEL SETTO NASALE, CAUSE DI FASTIDI ALLA RESPIRAZIONE E NON ULTIMO DI PERDITA DELL'OLFATTO E DEL GUSTO, A VOLTE RECUPERABILI PER BREVI PERIODI, CON TERAPIE CORTISONICHE; MI E' STATO SUGGERITO INTERVENTO CHIRURGICO PER LA RIMOZIONE DELLE CAUSE SUDDETTE, SENZA GARANZIA DEL RECUPERO DELL'IPOSMIA. ESSENDOMI DECISO A RIMUOVERE DETTE CAUSE MI SONO SOTTOPOSTO A VISITA SPECIALISTICA PRESSO UN PROF. STRAORDINARIO DI OTORINO DI UNA NS. UNIVERSITA' , CHE NEL DICHIARARSI DISPONIBILE AD ESEGUIRE DETTO INTERVENTO DI FESS+SETTOPLASTICA, MI HA COMUNICATO NEL CONTEMPO CHE L'ATTESA PRESSO L'OSPEDALE DELLA CITTA' IN CUI OPERA E' DI CIRCA 2 ANNI, SALVO INTERVENTO PRIVATISTICO ENTRO 2 MESI CON PAGAMENTO A CARICO DELL'ASSISTITO; SONO A RICHIEDERVI DUNQUE DOVE, IN ITALIA, POTREI ESEGUIRE TALE TIPO D'INTERVENTO IN STRUTTURA PUBBLICA, CON ASSISTENZA MUTUALISTICA, IN TEMPI ACCETTABILI CHE ESEGUA IL SUDDETTO TIPO D'INTERVENTO DA DIVERSO TEMPO TALE DA LASCIARMI TRANQUILLO CIRCA LA PROFESSIONALITA' DEL CHIRURGO? VI PRECISO IN ULTIMO CHE DETTO TIPO D'INTERVENTO NELLA MIA CITTA'(ME), SALVO ERRORI, ANCORA NON VIENE ESEGUITO. NEL RINGRAZIARVI ANTICIPATAMENTE PER LA DISPONIBILTA' VI SALUTO CORDIALMENTE.
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Chirurgia estetica



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     


Patologie



Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Ustioni
Chirurgia estetica
29 agosto 2017
Patologie
Ustioni
Labbra rifatte: ecco come preservare l'aspetto naturale
Chirurgia estetica
26 aprile 2017
Notizie e aggiornamenti
Labbra rifatte: ecco come preservare l'aspetto naturale
Cosmetici: meglio quelli “chemical free”
Chirurgia estetica
18 marzo 2016
Notizie e aggiornamenti
Cosmetici: meglio quelli “chemical free”