28/03/15  - Intolleranza alimentare - Alimentazione

28 marzo 2015

Intolleranza alimentare




Domanda del 28 marzo 2015

Domanda


Salve Dottore, sono una ragazza di 18 e sono disperata! Le scrivo per mia madre, una 50enne che ormai da più di 6 anni combatte contro una malattia sconosciuta. Per anni ha fatto controlli ed analisi (viviamo in Sardegna, ma è andata anche in Svizzera) e l'unica cosa che le hanno " trovato" è stata questa intolleranza alimentare, difatti è celiaca, non può ingerire latticini o tutto ciò che deriva dalla mucca, carne di maiale, alcune verdure come il pomodoro, tutti i costracei e pesce come il salmone, poi spezie e conservanti. Le diventa la faccia gonfia e nera, come se qualcuno l'avesse pestata per un'ora! Oggi ho creduto di perderla, le spiego: A pranzo ha mangiato del riso in bianco, poi nel pomeriggio una mela. Stava male già da ieri e aveva la febbre, ma oggi la febbre è a salita a 39. 5 e la faccia è diventata completamente nera. Fatto sta che ha iniziato ad urlare di dolore mentre era in camera, e diceva di avere mal di pancia forte, ha cominciato a vomitare e il suo vomito puzzava di alcool e le assicuro che è impossibile che l'abbia ingerito! E'astemia, è stata in casa tutto il giorno ed io pure, e l'ha giurato su sua figlia (ossia me ). Non vuole che chiami l'ambulanza e ha ragione, infatti al pronto soccorso oltre a tenerla sul letto non fanno proprio nulla perchè hanno paura di farle una puntura qualsiasi (è allergica a certi anestetici ). Dei medicinali non se ne fa nulla perchè non le fanno effetto (quelli per il mal di pancia) e prende solo del cortisone quando la faccia comincia a gonfiarsi o quando le prude il corpo. Ora, io non le chiedo di darmi una soluzione perchè non penso sia fattibile, ma sono sicura che non sia solo intolleranza alimentare. Sono convinta che ci sia qualcosa che sta succedendo nel suo corpo, nella pancia o nel sangue! Lei cosa mi consiglierebbe? Cosa devo fare quando le vengono questi attacchi? (rischia di svenire, ha caldo e si spoglia, non sembra lucida e perde anche la memoria a tratti) La prego mi aiuti o mi indirizzi da qualcuno!
Saluti,
Daisy
Risposta del 02 aprile 2015

Risposta di MARIA LETIZIA PRIMO


gentile paziente faccia effettuare alla mamma un mineralogramma per la ricerca dei metalli pesanti su capello. La puzza di alcool può essere legata alla produzione di alcol appunto a livello del fegato infiammato. Faccia assumere alla mamma degli enzimi digestivi privi di lattosio e glutine probiotici e prebiotici per almeno tre mesi
probabilmente la mamma soffre di SIBO e Leaky gut syndrome con traslocazione batterica al fegato piuttosto frequente nei pazienti celiaci
buona giornata


Dott.ssa Maria Letizia Primo
Specialista attività privata
Specialista in Medicina legale
Specialista in Psichiatria
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Torino (TO)

Il profilo di MARIA LETIZIA PRIMO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Alimentazione



Potrebbe interessarti
Celiachia
Alimentazione
16 luglio 2018
Patologie
Celiachia
Comporre il piatto
Alimentazione
15 luglio 2018
Libri e pubblicazioni
Comporre il piatto
Mirtilli: le bacche superfood
Alimentazione
14 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Mirtilli: le bacche superfood