20/10/04  - Ipercifosi - Scheletro e Articolazioni

20 ottobre 2004

Ipercifosi




Domanda del 20 ottobre 2004

Domanda


Salve ho 32 anni e ho fatto delle radiografie perchè me le ha richieste il mio medico specializzato in terapia fisica e riabilitazione prima di procedere a farmi delle manipolazioni: accenno a scoliosi dorsolombare a doppia curva, ipercifosi dorsale, lieve atteggiamento scoliotico dorso-lombare sinistro convessa. Mi ha anche detto dalle lastre che ho un accenno di artrosi cervicale, volevo sapere siccome ho sempre mal di collo e spalle, e dolori alla parte alta della schiena, quali rimedi possono esserci oltre alle manipolazioni, che tipo per esempio di massaggi potrei fare e se possono essere utili dei fanghi. Ho anche due ernie del disco espulse L5 S1 con lombosciatalgia sinistra intraforaminale. Grazie saluti
Risposta del 26 ottobre 2004

Risposta di GIORGIO FRANCESCHI DE MARCHI


La terapia manuale, se fatta in modo corretto può essere utile, ma nel suo caso non credo risolutiva. I disturbi che lei e molti altri hanno, significano che ha superato per lungo tempo le resistenze fisiche del corpo. Ha chiesto molto di più di quello che il suo fisico le poteve dare. Si chieda quando vengono i dolori cosa sta facendo o cosa ha fatto in precedenza. Se sarà così bravo di ascoltare i limiti, che il corpo ha ora e rispettarli, riuscirà anche a comprendere perchè è così malandato. Non trascuri di notare anche, con cosa si alimenta e se espelle bene i prodotti di rifiuto che si producono. I dolori che molte volte ci affliggono provengono da un errato comportamento sia fisico, che psicologico (stress) anche i tumori provengono da questo!. Comunque sappia che di questi disturbi si può sempre guarire, se si cambia modo di vivere. Altrimenti non ci sono terapie o chirurgia che possano eliminarli.
In questa sede sarebbe troppo lungo spiegarle tutti i perchè. Buon lavoro e molti auguri!

Dott. giorgio Franceschi De Marchi
Specialista attività privata
VENEZIA (VE)




Il profilo di GIORGIO FRANCESCHI DE MARCHI
Risposta del 30 ottobre 2004

Risposta di ALFREDO DONATINI


Quale esperto in Medicina Manuale ritengo che il Suo Fisiatra abbia fatto benissimo ad eseguire uno studio radiologico che è necessarioe serve ad escludere cause non benigne della sua sintomatologia.
Lei è fortunato ad essere nelle mani di un Medico Fisiatra capace di eseguire una diagnosi e un trattamento in Medicina Manuale, approccio clinico che io stesso ritengo l'unico sensato e razionale per i dolori comuni della colonna, specie in un giovane: ne avrà sicuramente un grande beneficio!
Inoltre si tranquillizzi: l'ernia intraforaminale non è di per se stessa la causa del dolore né tantomeno l'ipercifosi.
Si sinceri soltanto che l'operatore che la segue sia veramente un Medico(laureato in medicina e chirurgia e abilitato all'esercizio della professione medica), sarebbe corretto peraltro nel proprio studio esporre, da parte del medico, la Laurea e il diploma di abilitazione.
Le dico ciò perchè ormai in ogni provincia italiana esistono sedicenti "osteopati" che sono spesso dei Terapisti della riabilitazione o anche nemmeno paramedici comunque NON SONO MEDICI, con rischio per la salute del paziente oltre all'inganno perpetrato nei confronti del paziente visto che spesso si fanno o meglio si lasciano chiamare "dottore"
Auguri

Dott. Alfredo Donatini
Specialista attività privata



Il profilo di ALFREDO DONATINI
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Scheletro e articolazioni
16 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Scheletro e articolazioni
26 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Mani e polsi in crisi, ma è proprio colpa dei nostri device?
Scheletro e articolazioni
07 febbraio 2018
Notizie e aggiornamenti
Mani e polsi in crisi, ma è proprio colpa dei nostri device?