21/04/03  - La morte di papà... - Mente e cervello

21 aprile 2003

La morte di papà...




Domanda del 21 aprile 2003

Domanda


ho 32 anni compiuti da poco e scrivo questa lettera per capire perche' la mia vita e' cambiata cosi'.....il 2 Dicembre 2001 quando senza alcun sintomo precedente e a soli 13 giorni dal mio matrimonio e' stato diagnosticato al mio dolcissimo papà un tumore o meglio una metastasi al fegato che me lo ha portato via in 20 giorni, e cioe' pochi giorni dopo il mio matrimonio. E' stato tutto cosi' veloce....
ho vissuto il giorno, che doveva essere il piu' bello della mia vita, pensando che forse sarebbe stato l'ultimo di mio padre che mi aspettava in ospedale per vedere quanto ero bella...Dio ancora non ci credo che e' capitato a me !!!
da quel giorno tutto e' cambiato inizialmemte sembravo averla presa bene ed e stato cosi perche' sono molto forte , ma poi...
ora a distanza di un anno e mezzo sto' accusando il colpo vivo male ,da quel giorno mi sento malata di ogni terribile malattia , non vivo piu' serena penso di dover morire una volata alla settimana e penso che la mia mamma o mio marito possano morire in qualsiasi momento della giornata. il mio papa, non c'e piu' lo prego ogni sera di farmi stare bene di fare stare bene la mamma che oltretutto da quel giorno non gode piu' di buona salute (pochi mesi dopo e' stata ricoverata per Enfisema polmonare ) , ma io intanto sto male non ne parlo con nessuno , da Novembre soffro di vertigini cosi' le ha definite il mio medico curante , non so cosa mi stia capitando so solo che una mattina mi sono svegliata con un forte senso di pressione alle orecchie ed un forte fischio, che accompagnano quotidianamente questi mia stati di confusione mentale di Ansia e di vertigini, cosa mi sta capitando?
<a volte questa sesanzione dura per ore, non riesco a concentrarmi su nulla non riesco a lavorare bene,ma nessuno se ne accorge e mia madre ormai pensa che sia solo ipocondriaca....
non voglio pensare di morire ogni mattina, sono stanca .....voglio vivere!!!
La prego di darmi almeno lei una risposta le mie " Vertigini" sono di natura fisica o psicologica , a chi posso rivogermi per poterne parlare, grazie B.T
Risposta del 29 aprile 2003

Risposta di MAURO MILARDI


Mi sembra che lei presenti una storia in cui l'elemento di una situazione "traumatica" psicologica è ben identificato e tale da poter provocare, con estrema probabilità, alcune conseguenze psicologiche, quali quelle indicate.
Penso che sarebbe opportuno contattare uno psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo comportamentale con esperienza in EMDR, una tecnica recente specifica per affrontare psicotraumi. Può cercare il sito della emdritalia per informazioni sulla metodica, ecc.

Dott. MAURO MILARDI
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata



Il profilo di MAURO MILARDI
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Comunicare è il verbo chiave di questi tempi social
Mente e cervello
01 luglio 2018
Libri e pubblicazioni
Comunicare è il verbo chiave di questi tempi social
La diversità potente
Mente e cervello
24 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La diversità potente
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea