13/06/02  - Nervo femorale lesionato o tranciato - Scheletro e Articolazioni

13 giugno 2002

Nervo femorale lesionato o tranciato




Domanda del 13 giugno 2002

Domanda


mia madre è stata sottoposta all'intervento chirurgico dell'artrodesi. E' stato necessari ripetere l'intervento perchè una vertebra non ha tenuto. dopo questo però non riusciva, in posizione supina ad alzare la gamba e quindi a camminare. E' stata sottoposta ad un altro intervento perchè i dottori hanno detto che con una vite hanno toccato il nervo. Adesso dopo tre operazioni e dopo circa 40 giorni dall'ultimo intervento con tutti i giorni la fisioterapia adeguata i progressi sono stati praticamente nulli. Vorrei sapere se esiste un esame dove si veda con chiarezza se il nervo è stato lesionato o tranciato e se ci sono possibilità di recupero per entrambe le ipotesi. vi prego di aiutarmi. Mia madre cosi' non cammina più senza l'aiuto del tutore e di un girello.
Risposta del 20 giugno 2002

Risposta di VINCENZO ROLLO


l'esame si chiama elettromiografia + elettroneurografia. Valuta con precisione la prognosi, cioè cosa ci si può attendere dalla lesione e anche se ci sono segni di ripresa del nervo. e' un esame molto specifico e preciso e va eseguito presso centri specialistici, naturalmente.

. VINCENZO LANFRANCO ROLLO



Il profilo di VINCENZO ROLLO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Scheletro e articolazioni
16 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Scheletro e articolazioni
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Scheletro e articolazioni
26 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni