07/12/04  - Stato di ansia ? - Mente e cervello

07 dicembre 2004

Stato di ansia ?




Domanda del 07 dicembre 2004

Domanda


Vi scrivo per cercare una spiegazione (se esiste) al mio stato d'animo. Ho 44 anni, non ho problemi nè in casa (moglie e figlioletti) nè sul lavoro. Improvvisamente (giugno 2004) ho avvertito una sorta di derealizzazione o estraniamento dalla realtà senza apparente causa. Il tutto è durato circa 2 mesi salvo poi svanire da solo. Tutto sembrò rientrare nella norma (carattere espansivo e discreta sicurezza in me stesso) salvo poi ripresentarsi a fine settembre. Da lì la situazione si è deterirata con stati di ansia, paure assurde (non saper leggere, scrivere parlare o quant'altro) e, soprattutto, enormi difficoltà di concentrazione (es. vedere un banale TG). Sempre meno le situazioni in cui riesco a distrarmi, sonno profondo per le prime 3-4 h e poi frequenti risvegli. Non ho attacchi di panico ma giramenti di testa, sensazioni di barcollamento, scarsa propensione al parlare (come se mi ascoltassi mentre parlo). Ho fatto visita psicologica, psichiatrica, esami sangue, tests psicologici. Tutto normale fatto salvo una "lieve" personalità fobico-ossessiva da non trattare. Come unica cura prospettatami 50mg di Fevarin al mattino per circa 2 mesi. Francamente a me sembra di avere problemi di deficit cognitivo ed ho un pò di paura. Mi verrebbe anche da pensare ad un forte stato di ansia ma senza causa (?!) E' possibile uno stato del genere a 44 anni senza precedenti ? E' possibile che ci sia uno squilibrio seratoninergico o si tratta di problema neurologico ? Fevarin e similari mi aiutano o peggiorano lo stato d'ansia ? E' una buona cosa lottare da soli senza parlarne nè assumere farmaci o si cronicizzano/peggiorano le cose ? Segnalo anche di avvertire (saltuariamente) tremori e ipersensibilità al contatto fisico. Non ho disturbi di appetito nè di intestino. Solo qualche leggerissima emicrania. Pressione, sangue e tiroide ok Sono veramente indeciso sul da farsi e sarebbe fondamentale un Vs. piccolo aiuto... Grazie
Risposta del 11 dicembre 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Visita da un neurologo per escludere problemi al sistema nervoso inteso come apparato anatomico e biochimico; visita otorino, per escludere malattia di Menére, che spesso è sottovalutata e che conduce le persone a pensare di avere disturbi psicologici; e se tutto è a posto, allora una chiacchierata con uno psicoterapeuta.
Ci tenga informati. Un caro saluto.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Comunicare è il verbo chiave di questi tempi social
Mente e cervello
01 luglio 2018
Libri e pubblicazioni
Comunicare è il verbo chiave di questi tempi social
La diversità potente
Mente e cervello
24 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La diversità potente
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea