Bisoprololo Almus 1,25 mg 28 compresse rivestite con film

Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2018
Farmaci - Bisoprololo Almus

Bisoprololo Almus 1,25 mg 28 compresse rivestite con film




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Sandoz S.p.A.

MARCHIO

Bisoprololo Almus

CONFEZIONE

1,25 mg 28 compresse rivestite con film

ALTRE CONFEZIONI DI BISOPROLOLO ALMUS DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
bisoprololo fumarato

FORMA FARMACEUTICA
compressa rivestita

GRUPPO TERAPEUTICO
Betabloccanti selettivi

CLASSE
A

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
60 mesi

PREZZO
2,65 €


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Bisoprololo Almus 1,25 mg 28 compresse rivestite con film

Modo di somministrazione
Le compresse di bisoprololo devono essere prese al mattino e possono essere assunte con del cibo. Devono essere inghiottite con del liquido e non devono essere masticate.
Trattamento dell'insufficienza cardiaca cronica stabile
Il trattamento standard della ICC prevede un ACE-inibitore (o un bloccante del recettore dell'angiotensina, nel caso di un'intolleranza agli ACE-inibitori), un beta-bloccante, diuretici e, se appropriato, glicosidi cardiaci. Quando viene iniziato il trattamento con il bisoprololo fumarato i pazienti devono essere stabili (senza insufficienza acuta).
Si raccomanda che il medico curante sia esperto nel trattamento dell'insufficienza cardiaca cronica.
Durante il periodo di titolazione e in seguito possono verificarsi un peggioramento transitorio dell'insufficienza cardiaca, ipotensione o bradicardia.
Fase di titolazione
Il trattamento dell'insufficienza cardiaca cronica stabile con il bisoprololo richiede una fase di titolazione.
Il trattamento con il bisoprololo deve essere iniziato con una graduale titolazione verso l'alto secondo il seguente schema:
* 1,25 mg una volta al giorno per 1 settimana, se ben tollerato aumentare a
* 2,5 mg una volta al giorno per un'ulteriore settimana, se ben tollerato aumentare a
* 3,75 mg una volta al giorno per un'ulteriore settimana, se ben tollerato aumentare a
* 5 mg una volta al giorno per le 4 settimane successive, se ben tollerato aumentare a
* 7,5 mg una volta al giorno per le 4 settimane successive, se ben tollerato aumentare a
* 10 mg una volta al giorno per la terapia di mantenimento.
La dose massima raccomandata è 10 mg una volta al giorno.
Durante la fase di titolazione si raccomanda un attento monitoraggio dei segni vitali (frequenza cardiaca, pressione arteriosa) e dei sintomi di peggioramento dell'insufficienza cardiaca. I sintomi possono manifestarsi già entro i primi giorni dopo l'inizio della terapia.
Modifiche al trattamento
Se la dose massima raccomandata non è ben tollerata è possibile considerare la graduale riduzione della dose.
In caso di peggioramento transitorio dell'insufficienza cardiaca, ipotensione o bradicardia, si raccomanda di riconsiderare la dose del farmaco concomitante. Può anche essere necessario diminuire temporaneamente la dose di bisoprololo o prendere in considerazione la sospensione della terapia.
Una volta che il paziente è tornato stabile, deve essere presa in considerazione la reintroduzione e/o la titolazione verso l'alto di bisoprololo.
Durata del trattamento
In genere il trattamento dell'insufficienza cardiaca stabile con bisoprololo è un trattamento a lungo termine.
Il trattamento con bisoprololo non deve essere interrotto bruscamente, poichè questo potrebbe provocare un peggioramento transitorio della patologia. In particolare nei pazienti con cardiopatia ischemica il trattamento non deve essere interrotto repentinamente. Si raccomanda una graduale riduzione della dose quotidiana.
Compromissione della funzionalità renale o epatica
Non esistono informazioni sulle proprietà farmacocinetiche di bisoprololo nei pazienti affetti da insufficienza cardiaca cronica e da compromissione della funzionalità epatica o renale. La titolazione verso l'alto della dose in queste popolazioni di pazienti deve quindi essere effettuata con ulteriore cautela.
Anziani
Non sono necessari aggiustamenti della dose.
Bambini e adolescenti
Non esiste alcuna esperienza con bisoprololo nei bambini e negli adolescenti e pertanto il suo utilizzo non può essere raccomandato in questo gruppo di pazienti.



PATOLOGIE ASSOCIATE







Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Aritmie. Cosa sono e come riconoscerle
Cuore circolazione e malattie del sangue
18 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Aritmie. Cosa sono e come riconoscerle
Integratori efficaci nella riduzione del colesterolo
Cuore circolazione e malattie del sangue
27 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integratori efficaci nella riduzione del colesterolo
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
Cuore circolazione e malattie del sangue
13 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne