Aborto farmacologico

29 marzo 2006

Aborto farmacologico




24 marzo 2006

Aborto farmacologico

Volevo un parere medico sull'aborto farmacologico praticato regolarmente in paesi come olanda e svizzera entro certi termini. Grazie

Risposta del 29 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott.ssa ELISABETTA CHELO


Sono ormai più di 10 anni che esiste in commercio in molti paesi un farmaco il cui nome chimico è RU486, che induce l'aborto nelle prime settimane di gravidanaza evitando di ricorrere ad un' interruzione chirurgica tarmite aspirazione (Karman ) o raschiamento. La somministrazione o comunque la prescrizione avviene in ospedale e dopo qualche giorno si presenta una mestruazione abbondante accompagnata da dolori pelvici di entità variabile.
In Italia alcune Regioni come il Piemonte e la Toscana hanno iniziato a sperimentarne l'uso nonostante l'ostruzione, sfociata nelle note polemiche degli ultimi mesi, del Ministero della Sanità che non ne ha mai autorizzato l'uso in Italia condizionato da alcuni gruppi di pressione che scambiano una innovazione farmacologica che rende meno penosa l'interruzione della gravidanza con una pillola "aborto facile". Abortire è sempre una scelta dolorosa sarebbe compito della medicina rendere questa procedura meno rischiosa per le donne.

Dott. Ssa Elisabetta Chelo
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
FIRENZE (FI)

Ultime risposte di Salute femminile


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube