Adenocarcinoma prostatico

17 novembre 2004

Adenocarcinoma prostatico




12 novembre 2004

Adenocarcinoma prostatico

Mio padre ha subito 3 anni, all'età di 65 anni, fa una prostatectomia radicale avendo un adenocarcinoma prostatico con indice di gleason 9 e PSA Totale 7. Dopo l'operazione ha continuato la terapia di deprivazione ormonale con Androcur (una volta alla settimana) e Zolatex (una volta ogni 3 mesi). controlla il PSA con frequenza trimestrale. A gennaio scorso essendo il PSA basso da circa 2 anni dall'operazione il medico gli ha sospeso la somministrazione settimanale di Androcur. Le successive analisi del sangue mostrano a luglio un PSA totale di 0, 33 (contro 0, 15 del gennaio precedente) e a novembre di 0, 80. . . . insomma questo aumento cosa vuol dire? E' la malattia che avnza? questa crescita può essere legata alla sospensione di Androcur? come agire oggi, che il PSA è ancora abbastanza basso, per interrompere il trend? Grazie per la vostra risposta! Lucia

Risposta del 17 novembre 2004

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI BERETTA


Non dovrebbe essere un problema clinico irrimediabile. Se i dati sono quelli, potrebbe essere utile riprendere il ciproterone acetato (Androcur). Riconsulti il suo urologo. Cordiali saluti. Dr Giovanni Beretta urologo andrologo.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
FIRENZE (FI)

Ultime risposte di Salute maschile

Tags:


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa