Adenocarcinoma prostatico

15 maggio 2015

Adenocarcinoma prostatico




10 maggio 2015

Adenocarcinoma prostatico

Salve,
Vorrei esporre alla cortese attenzione degli specialisti in urologia di questo sito, un quesito che riguarda la salute di mio padre. Dopo biopsia prostatica che ha evidenziato un adenocarcinoma gli è stata proposta una prostactemia radicale con intervento in laparoscopia ad accesso sotto ombellicale. Vorrei sapere se è la scelta migliore, se ci sono alternative e quali saranno le complicazioni post operatorie. Mio padre ha 60 anni ed è in buona salute. Allego alcuni dati importanti : adenocarcinoma grado 3+3 di Gleason (B). La neoplasia interessa < 5% della biopsia, il frustolo misura 15 mm. Focolaio di PIN di alto grado (C). Negli altri campioni di tessuto prostatico si evidenzia prostatite cronica e di aree di atrofia ghiandolare post infiammatoria. PSA 6. 9 F/T 20% Esplorazione rettale negativa. TRUS:non lesioni di ipo-isocogene.

Risposta del 15 maggio 2015

Risposta a cura di:
Dott. ANDREA MILITELLO


Salve, vista la giovane età è indicata la prostatectomia radicale laparoscopica (robot assistita)

Una alternativa è la radioterapia


Dott. Andrea Militello
Casa di cura convenzionata
Casa di cura privata
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Urologia
Roma (RM)

Ultime risposte di Salute maschile


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube