Aiuto

31 marzo 2020

Aiuto




27 marzo 2020

Aiuto

Io ho avuto un rapporto non protetto il primo marzo, da considerarsi non protetto, ma della durata di 30 secondi e senza nessun tipo di eiaculazione interna e nemmeno esterna.
Era il mio secondo rapporto. . io troppo inesperta ma lui è una persona della quale mi fido e nonostante i suoi continui “non è successo nulla tranquilla” a me l’ansia e lo stress non si placano tuttora.
4 giorni prima del mio primo giorno di ritardo delle mestruazioni (premetto che sono quasi sempre regolare, sforo di uno/due giorni) vado in farmacia e la farmacista davanti al mio panico mi fa un test efficace 4 giorni prima del presunto ritardo, controllo su internet ed è un test valido e affidabile al 99%! Mi esce negativo e aspetto 4 minuti prima di gettarlo per evitare sorprese! Molto negativo e molto evidente.
Il giorno delle mestruazioni era il 12 marzo ma a me arrivano il 16 (io piena di ansia e stress a livelli non umani), le mestruazioni faticano a partire il primo giorno ho solo perdite ma poi per tre giorni ho un flusso abbondante (un po’ meno rispetto al mio solito) ma color rosso vivo e non di certo associabile a perdite, mestruazioni vere e proprie. . per poi finire nel 5/6 giorno con perdite che sono diventate marroni (residui di sangue quindi). . .
Mestruazioni un po’ anomale ma non preoccupanti, dettate credo da stress e cambio di stagione.
Nonostante ciò io continuo ad avere ansia per aver letto di false mestruazioni e anche se non credo sia stato il mio caso l’ansia non svanisce.
Mi dice che posso stare tranquilla e smettere di fare paranoie?

Risposta del 31 marzo 2020

Risposta a cura di:
Dott. PIERGIORGIO BIONDANI


Gentile ragazza
premesso che i rapporti non protetti anche se non vi è eiaculazione interna e pur di breve durata, sono sempre a rischio, direi che in questa particolare occasione lei possa stare tranquilla.
La negatività del test effettuato e il sopravvenuto ciclo tolgono ogni pensiero.
Il leggero ritardo e le anomalie del flusso che lei descrive potrebbero essere correlate allo stato di stress. Che ha vissuto. Molto spesso l'eccessiva tensione emotiva porta ad un momentaneo innalzamento della prolattina, che a sua volta influisce negativamente sulla regolarità del ciclo.
Penso sia consigliabile, per sua tranquillità, provvedere, con l'aiuto di un medico di sua fiducia, ad iniziare un metodo anticoncezionale più efficace.
Cordiali saluti
Piergiorgio Bipondani.

Dott. Piergiorgio Biondani
Specialista attività privata
Specialista in Medicina generale
Specialista in Psichiatria
Bussolengo (VR)

Ultime risposte di Sessualità

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube