Angioma - referto ecografia

14 luglio 2016

Angioma - referto ecografia


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


14 luglio 2016

Angioma - referto ecografia

Salve Dottore,
Lo scorso 31/10/2015 avevo fatto un'ecografia addome superiore (sonda frequenza 3, 5 Mhz) dalla quale non era emerso nulla di rilevante tranne:
"un'area iperecogena di circa 6, 9mm al VII segmento del fegato (verosimilmente angioma)".
L'ecografista mi disse di non fare nulla, nemmeno controlli periodici.
Essendo il primo riscontro (ed essendo io, purtroppo, un tipo molto ansioso) ho deciso di fare una Risonanza Magnetica, effettuata il 30/12/2015: dalla RM stranamente non era emersa quest'area iperecogena nel VII segmento. . . Mentre era emersa una "formazione cistica polilobata di circa 17 millimetri nel'VIII segmento".
Ho chiesto un parere al radiologo che ha refertato la RM e mi disse di non preoccuparsi e di effettuare solo un controllo periodico a 6 mesi o 1 anno. Inoltre ha aggiunto che non è raro che i referti di un'Ecografia possono essere diversi rispetto alla RM. Ho mostrato i due referti ad una visita presso un gastroenterologo-epatologo e mi ha detto la stessa cosa. . . Di non preoccuparsi e di fare solo un controllo a 6 mesi o 1 anno. Oggi 14/7/2016 ho fatto l'ecografia di controllo presso un altro studio (sonda frequenza 5 Mhz) e l'ecografista è riuscita a scovare la ciste (indicata di circa 16 millimetri) nell'VII segmento. E nel VII segmento ha refertato l'area iperecogena (verosimilmente angioma) ma stavolta è indicato di 9 millimetri e non più 6, 9 millimetri come ad Ottobre. L'ecografista mi ha consigliato giusto di fare un controllo ad 1 anno. Volevo chiederle un parere su questa crescita di circa 2 millimetri dell'angioma. Dall'img stampata l'area iperecogena sembra identica come dimensioni solo che la risoluzione dell'img mi sembra più elevata (come indicato la freq. sonda stavolta era di 5 Mhz mentre a ottobre era di 3, 5 Mhz). La differenza di 2 millimetri può essere dovuta al maggior dettaglio dell'immagine e/o magari dal punto di misurazione preso dall'ecografista? Oppure, se la crescita è effettiva, è una cosa preoccupante? Grazie!!!

Risposta del 14 luglio 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


La differenza di due millimetri può essere dovuta a entrambe le ipotesi da lei formulate. Ma anche se fosse una crescita effettiva, non è per nulla preoccupante. Viva tranquillo (e magari un po'meno pignolo? ).

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Fegato

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Fegato sotto attacco virale
Fegato
02 agosto 2020
Notizie e aggiornamenti
Fegato sotto attacco virale
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
Fegato
27 luglio 2020
Quiz e test della salute
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato
Fegato
07 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato