Ansia panico soffocamento reflusso

04 ottobre 2013

Ansia panico soffocamento reflusso


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


03 ottobre 2013

Ansia panico soffocamento reflusso

buonasera,
da 4 anni ho Ansia estrema con attacchi di panico sottoforma di soffocamento e difficolta'digestive con reflusso. da 1 anno sto facendo della psicoterapia dinamica a sedute bisettimanali, e adesso, da due mesi, ho iniziato una cura con cipralex da 10 mg.
sto migliorando, ma i sintomi non sono scomparsi del tutto e, soprattutto, i pensieri anticipatori dell'Ansia ci sono ancora. inoltre continuo a dover eseguire dei rituali se vado in certi posti per essere piu'sicuro che non mi venga l'attacco. la domanda e ': da tutto cio'si puo'dedurre che la terapia e'errata o semplicemente bisogna attendere molto piu'tempo?
qualcuno ha qualche suggerimento su come rendere tutto piu'efficace e, possibilmente, veloce?
grazie

Risposta del 04 ottobre 2013

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA LETIZIA PRIMO


gentile paziente la cura è adeguata ma le ricordo che è lei a dover fare un grande lavoro di cambiamento, le medicine non sono la soluzione ma aiutano ad agire su noi stessi trovando un modo meno ansiogeno di stare nel mondo. L'Ansia ed il corteo di sintomi sono simbolo di grandi paure inconsce, di modalità di vita che ci soffocano ed in cui non ci riconosciamo. Si interroghi su cosa la fa soffrire cosi'tanto e troverà la strada migliore per lei

buona giornata

Dott. Ssa Maria Letizia Primo
Specialista attività privata
Specialista in Medicina legale
Specialista in Psichiatria
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Torino (TO)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa