Antibiotico in soggetto diabetico (urgente)

29 gennaio 2007

Antibiotico in soggetto diabetico (urgente)




25 gennaio 2007

Antibiotico in soggetto diabetico (urgente)

Egregio Dottore, la prego mi dia una risposta al piu' presto perche' di voi mi fido. Mio marito ha 59 anni, e' diabetico ed anche iperteso. Prende la cardioaspirina e fa l'insulina. Da 5 gg ha problemi con un ascesso dentale, faccia gonfia e collo gonfio con dolore. Il dentista lo ha visitato e gli ha dato una cura di antibiotici in bustina ma fino a ieri non passava. Poi la sera mi ha cambiato antibiotico sostituendolo con uno in fiale da 600 mg. Io ho paura che gli possa fare male. Come mi devo comportare? La prima fiala l'ho fatta di sera alle 18:45, tutto ok, la seconda stamattina alle 7, 45 ma subito dopo si e' sentito un po' mancare, forse perche' era a dfigiuno? Al momento della prevista estirpazione del dente o del granuloma, bisogna sospendere la cardiospairina e i o ho paura. Mi dia un consiglio per quanto tempo potro' dargli ancora l'antibiotico e se e' vero che in un soggetto con diabete il problema ascesso e' piu' lento. Grazie

Risposta del 29 gennaio 2007

Risposta a cura di:
Dott. RAFFAELE CANALI


La risoluzione dei processi infettivi in pazienti diabetici è piu'lenta che in soggetti non diabetici;oltre alla terapia antibiotica bisogna intensificare la terapia insulinica in base ai valori glicemici, che sicuramente si sono alterati causa ascesso;il miglior controllo metabolico favorisce la guarigione;la cardioaspirina va sicuramente sospesa prima dell'intervento. Buona giornata.

Dott. Raffaele Canali
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio
DESIO (MI)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube