Apnea notturna

03 febbraio 2013

Apnea notturna




29 gennaio 2013

Apnea notturna

Salve, l'anno scorso ho eseguito una polisonnografia a causa di improvvisi risvegli per mancanza d'aria ed avevo 22 eventi con prevalenza ipopnee. Lo pneumologo mi ha consigliato di non fare niente e ripetere l'esame dopo 6 mesi. L'ho ripetuto dopo 12 mesi e comunque non vedo l'ora che qualcuno mi dia una mano perchè i risvegli per apnea sono diventati più frequanti e nell'esame ci sono 58 eventi in 5 ore e mezza di sonno. Mi hanno prescritto uno spray al cortisone e mi rinviano ancora tra un anno. Soffro anche di ipertensione arteriosa da diversi anni.
Risvegliarsi senza aria non è per niente bello e lo è ancora meno quando si dorme accanto ad una persona che per tutta la notte non la fai dormire perchè russo. Esiste una soluzione alternativa all'inutile spray al cortisone per allergie?
Grazie 1000

Risposta del 03 febbraio 2013

Risposta a cura di:
Dott. MASSIMILIANO MANZOTTI


Per definire il grado di apnea in un soggetto affetto da OSAS (sindrome delle apnee notturne in sonno) è necessario conoscere l'indice A/I (apnee/ipopnee) e almeno la caduta della saturazione emoglobinica per evento e la durata complessiva della sat O2 sotto il valore dell'88 %. Con questi dati, oltre alla valutazione clinica, si potrà prendere in considerazione l'utilizzo notturno di un supporto ventilatorio meccanico (CPAP).

Cordiali saluti

Dott. MASSIMILIANO MANZOTTI
Specialista attività privata
Specialista in Malattie apparato respiratorio
Specialista in Cardiologia
Reggio nell'Emilia (RE)

Ultime risposte di Apparato respiratorio

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa