Artrosi o tumore?

17 ottobre 2006

Artrosi o tumore?




13 ottobre 2006

Artrosi o tumore?

Gentilissimo Dottore mio suocero fu ricoverato in un ospedale napoletano per forti dolori alla testa. E dopo un mese fu dimesso per curarsi l'Artrosi cervicale. Ma il forte dolore che accusava alla testa non diminuiva mai. Così lo riportammo da un noto Neurologo e anche lui confermò l'Artrosi cervicale, i mesi passavano e il suocero stava sempre peggio. Sono trascorsi circa 4 mesi di sofferenze con cure inutili e Alla fine un altro Neurologo non di Napoli visito' il suocero e fece ripetere la rm che in ospedale non aveva evidenziato niente con una sua nel suo centro e questo e il referto: L'esame mostra la presenza di una massa ovoidale disomogeneamente ipointensa in T2, abbastanza omogeneamenteipointensa in t1 basale, con disomogeneo ma netto enhacement dopo somministrazione del mezzo di contrasto, interessante il processo odontoideo di C2 ed aggettante posteriormente all'interno del canale vertebrale, in sede apparetemente sub-ligamentosa, determinando una compressione con conseguente dislocazione posteriore della giunzione bulbo midollare. La massa descritta sembra in continuità con tessuto apparentemente tetrofaringeo che presenta gli stessi caratteri nelle varie sequenze di studio(possibili presenze di alcune componenti cistiche nel contesto)e che risulta esteso longitudilmente dal tetto dell'epifaringe fino ad un livello che comprendeper intero il soma di C4, con massimo spessore leggermente inferiore ai 2cm. che realizza un modesto restringimento del lume faringeo in corrispondenza. La lesione descritta, di dubbia interpretazione e comunque di possibile natura eteroplastica, va necessariamente tipizzata istiologicamente mediante prelievo bioptico a livello faringeo. Malgrado la compressione e dislocazione posteriore della giunzione bulbo-midollare, non si apprezzano significative aree di alterato segnale del contesto della stassa. Note di patologia disco-artrosica nell'intero tratto cervicale del rachide con presenza di protusioni disco-osteofitarie multiple nel tartto C2, C6, con franca erniazione posteriore mediana C6-C7 apparentemente migrata verso il basso in sede sub-ligamentosa. Il Neurololo vuole ricoverare il suocero presso il suo centro fargli una biopsia e valutare se operarlo o praticare RADIOCHIRURGIA se opterrà di operarlo ci sarà l'aiuto di un Prof. della Maxillofacciale. La mia domanda è questa: è giusta questa Operazione? Vi Prego di il 16. 10. 06 il suocero sara' ricoverato. Attendo con ansia una Vs. risposta, Grazie, g. C.

Risposta del 17 ottobre 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Da quello che riporta nella Sua descrizione, la sede del verosimile tumore è molto delicata e l'intervento chirurgico ha un alto rischio. Giusto eseguire una biopsia e tentare la terapia medica. Questo anche in considerazione dell'età del soggetto.

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa