Ascesso perirettale di difficile individuazione

04 gennaio 2016

Ascesso perirettale di difficile individuazione




30 dicembre 2015

Ascesso perirettale di difficile individuazione

Gentile dottore
2 giorni fa ho eseguito eco delle anse intestinali e perineale che han evidenziato:
' Lo studio delle anse intestinali ha mostrato valvola ileo-cecale e ultima ansa ileale per un breve tratto con lieve ispessimento della parete, stratificata, senza segnali parietali al color-doppler. Un secondo tratto di circa 5 cm e'presente piu'a monte, sempre ileale, con parete ispessita, stratificata.
Si apprezza un retto-ano con parete ispessita, con formazione ipoecogena di 2x2 cm compatibile con flemmone/ascesso. La parete del retto e'aderente al canale vaginale con il quale non e'possibile escludere comunicazioni. '
La dottoressa ha detto che l'ascesso e'nella parete sinistra del retto e questo spiegherebbe una Sciatica a sinistra che mi porto da 2 mesi. Ho anche febbricola ca. 37. 5 e importante dimagrimento.
La dottoressa mi ha subito mandato da un proctologo per drenare l'ascesso (ho molto dolore urente nella zona anale-rettale che appare molto infiammata alla vista ).
Ieri mattina il proctologo mi ha visitato l'ano e realizzato che ho una zona particolarmente dolente. Ha quindi poi verificato con eco transanale che:
' al canale anale-medio posteriormente ad ore 12 si evidenziano esiti di ascesso inter-sfinterico al momento senza note di attivita'e con parziale ristratificazione. non evidenza di altre lesioni settiche. normorappresentato il setto ano-vaginale. '
Il proctologo ha commentato che non vede l'ascesso visto dall'ecografista e ha detto che quello sembra essere nel perineo, zona non di sua competenza. Mi ha prescritto una Entero-RM.
Ho comunicato l'esito della visita proctologica alla dottoressa, che ha spiegato la discrepanza dicendo che evidentemente la sonda dell'eco del proctologo entra solo 1-max 2 cm mentre l'ascesso da lei visto e'evidentemente piu'un alto. Non mi ha pero'indicato come procedere per liberarmi dell'ascesso.
E'plausibile la spiegazione della dottoressa? Che esami potrei fare per verificarlo e per drenare l'ascesso?
Grazie

Risposta del 04 gennaio 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Alcune volte, la presenza di un ascesso pianale è accompagnato da una forma infiammatoria dell'intestino. Questa possibilità sembra suggerita anche dall'esito della ecografia delle anse. Creo che sia opportuno completare le indagini con una colonscopia, fino all'ultimo tratto dell'intestino ileo.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino



Vedi anche:

Ultimi articoli
Colite ulcerosa
14 aprile 2020
Patologie mediche
Colite ulcerosa
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube