Assorbimento ferro

12 marzo 2006

Assorbimento ferro




09 marzo 2006

Assorbimento ferro

sono anemica sideropenica, ho un Ernia iatale all'esofago, ho nullo l'assorbimento di ferro nonostante le flebo e medicine assunte per bocca, non sono celiaca!e possibile sapere cosa potrebbe essere che non assorbo il ferro?

Risposta del 12 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. TONINO GRASSO


Intende probabilmente dire che nonostante la terapia marziale per os o per flebo la sideremia non aumenta.
Bisogna vedere se essa è sufficiente per posologia e durata, in quanto i depositi di ferro possono essere molto scarsi. Deve indagare se l'ernia jatale causa sanguinamento cronico. Si rivolga ad un gastroenterologo.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)

Risposta del 12 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


La prego vivamente, per favore, ogni volta che vengono inseritti esami del sangue non dire "sono negativi", la negatività non esiste, vuol semplicemente dire che non si sono eseguiti gli esami necessari pe evidenziare il problema. Purtroppo in medicina è venuto in vigore il meccanismo, "se hai gli esami negativi, non hai nulla". Ma abbiamo eseguito veramente gli esami necessari per acertare il problema di quella persona?. le metto una piccola considerazione sulla Celiachia, in cui è predominante il concetto, non è detto che. . . . . :
La diagnosi di Celiachia si basa su molti dati clinici e di laboratorio.
Nei dati di laboratorio gli anticorpi antiendomisio, transglutaminasi, gliadina, sono probanti ma se negativi, non escludono la diagnosi; l’espressione genica HLA classe I e II, se dimostra gli alleli DQ2-DQ8, è probante, ma in letteratura, vengono riportati anche la sola presenza del DQ, e altri alleli, pertanto in ogni caso va sempre studiato confrontando i dati della letteratura. Per la probabile associazione con altre patologie di natura anche autoimmune, è sempre bene valutare l’HLA completo. La gastroscopia con esame bioptico, è probante nel caso di positività, ma la sola colorazione ematossilina eosina, non può dimostrare la presenza dei linfociti intraepiteliali, che sono una dimostrazione certa, pertanto va eseguito il preparato congelato.
La diagnosi di Celiachia è molto complessa e tutti i dati anamnestici, clinici, di laboratorio vanno analizzati, anche confrontandoli con la bibliografia internazionale.
Quindi come vede, non è dettoche. . . . . . . .
Lei ha un' Ernia iatale, da cosa è determinata? è presente l'Helicobacter Pylori, basterebbe questo per renderla sideropenica. Non è il dosaggio del ferro che è insufficiente, lei non lo assorbe proprio e non solo a livello intestinale, ma anche, alivello sanguigno. Il problema sta da un'altra parte e va cercato. Ma non è così semplice.
La medicina quantica ci offre strumenti eccezionali per giungere rapidamente ad una diagnosi. Inoltre l'analisi TOMEEX e corporea ci aiutano
SAluti

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Risposta del 12 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. TONINO GRASSO


L'ernia jatale spesso si accompagna a reflusso gastro-esofageo, che peggiora con l'eradicazione di un'eventuale infezione da Helicobacter Pylori. E' vero che vi sono alcune segnalazioni in letteratura di casi di Anemia sideropenica associata ad infezione da questo germe, ma il nesso causale in questi casi è sempre incerto potendovi essere la concorrenza di più fattori. Quello che è certo è che lei ha un'ernia jatale, e che questa può sanguinare cronicamente depauperando le riserve di ferro dell'organismo.
D'altronde lei ha eseguito anche terapia marziale per flebo: il tratto gastro-intestinale non c'entra.
A conferma di questa ipotesi, potrebbe dosare la ferritina, che potrebbe essere bassa.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube