Aterosclerosi dei vasi - claudicatio intermittens

21 dicembre 2015

Aterosclerosi dei vasi - claudicatio intermittens




20 dicembre 2015

Aterosclerosi dei vasi - claudicatio intermittens

Buongiorno, non riesco più a camminare dopo 20 metri ho forti dolori agli arti inferiori, claudicatio intermittens, nessuno riesce a capire il mio problema ho fatto una angioTc non potendo fare la Rm (anno 2008 valvola meccanica mitralica e tricuspide inoltre ho 7 stent 2013 su coronarie e 1 sull'iliaca-precedente anno 2005 tireoctomia totale e asportazione di tutte e 4 paratiroidi -terapia dunque:plavix-cardioaspirina-coumadin-almaryt-lucen-torvast-eutirox ecc. ) il referto riporta: l'Aorta addominale presenta calibro e decorso regolare con ateromasia calcifica parietale diffusa in assenza di significative alterazioni di calibro. Presenza di placca fibrocalcifica con apposizione lipidica sovrastante in corrispondenza dell'ostio e del III prossimale dell'arteria renale di sinistra che derermina stenosi di grado lieve-moderato; riduzione del rapporto corticomidollare bilateralmente, maggiormente evidente a livello del rene di destra che appare inoltre ridotto di dimensioni. Placca fibrocalcifica a livello del III prossimale arteria mesenterica sup. Non determinante significative riduzioni di calibro.
Destra:
iperplasia intimale associata a placca fibrocalcifica in corrispondenza dell'istio dell'arteria iliaca comune di destra, a livello dell'estremitá prossimale dello stent precedentemente posizionato, che determina stenosi significativa. Placche fibrolipidiche a livello dell-arteria femorale superficiale in assenza di significative riduzioni di calibro. Stenosi significativa a livello del III medio dell'arteria poplitea. Multiple placche fibrocalcifiche lungo il decorso dei vasi sotto genicolati che non appaiono determinare significative riduzioni di calibro.
Sinistra:presenza di placca fibrocalcifica che determina stenosi di grado significativo a livello del III prossimale dell-arteria femorale superficiale edel suo III mmedio. Multiple placche fibrocalcifiche a livello dei vasi sottogenicolati seppur visualizzati lungo tutto loro decorso. Mi prescrivono Pletal 100. Cosa posso fare x camminare?

Risposta del 21 dicembre 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


La decisione di cosa fare la può prendere solo lo specialista angiologo. Le grosse arterie sono piuttosto compromesse, ma se i capillari delle gambe e dei piedi sono pervi si può ipotizzare di cambiare lo stent nell'arteria iliaca destra (che si sta chiudendo) e metterne uno anche nella femorale sinistra.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube