Battiti cardiaci bassi

15 marzo 2018

Battiti cardiaci bassi




10 marzo 2018

Battiti cardiaci bassi

salve, ho 33 anni, sono alto 1. 85, da sempre sono stato molto robusto, spesso obeso, ma riuscivo ad alternare periodi in cui facevo diete drastiche riportando il mio peso a un peso accettabile. Vivo cosi' da molti anni, il mio peso è sempre variato da 130 kg a 90. Ultimamente ho iniziato una dieta che mi ha fatto perdere moltissimi kg, circa 35 in quasi 4 mesi. Mi alleno spesso, faccio piscina tapis roulant e palestra e mangio 1000 calorie ( so che è poco per la mia stazza e sto provando a mangiare di piu, ma soffro di disturbi alimentari che ovviamente dovro' risolvere in altra sede). Arrivo al mio punto di domanda. Quando ero grosso e sedentario avevo battiti piu alti, ora invece dopo questi mesi i miei battiti quando faccio attivita fisica arrivano a 150-160 mentre a riposo arrivano a 50 55, e addirittura prima di dormire arrivano a 45-48 e immagino la notte scenderanno ancora. L'anno scorso ho fatto tantissimi esami per il cuore, elettro, eco, hotler e tutto è risultato normale. Non soffro di patologie apparte un lieve insufficienza mitralica e tricuspidale, e un paio di episodi di battiti cardiaci accelerati all'improvviso, che non potendo essere verificati sul momento dell'esame sono stati identificati come un evento parossistico che pero' di per se visto le rarissime volte in cui si presenta non ha bisogno di intervento. Vorrei sapere se tenere i battiti cosi bassi possa essere pericoloso, considerando sia l'attivita' fisica e sia la mia alimentazione. La brachicardia è salutare quando si è allenati, ma come si fa a distinguere quando invece dipende da altro e diventa rischiosa? Nel mio particolare caso, posso tenere i battiti cosi bassi e continuare quello che sto facendo almeno fino a quando non raggiungo il mio peso, poi aumentero' le calorie, oppure devo gia da subito fare qualcosa per evitare danni al mio sistema cardiovascolare? Grazie.

Risposta del 15 marzo 2018

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


No, se nell' ecg non vi sono segni di alterazioni della conduzione elettrica ( immagino di no, altrimenti sarebbero stati segnalati ), non deve far nulla. La bradicardia di base è un' ottima risorsa per chi fa sport.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube