Blocco senoatriale nel recupero

08 giugno 2017

Blocco senoatriale nel recupero




07 giugno 2017

Blocco senoatriale nel recupero

buongiorno a tutti sono un ragazzo di 22 anni un po ansioso e ipocondriaco e questo mi ha portato anche ad effettuare diversi controlli cardiologici del tutto negativi tranne per qualche extrasistole e blocco seno atriale di tipo 2 pomeridiano come riporta il primo holter effettuato a settembre 2016 dopo averlo effettuato perché sentivo che il cuore rallentava in modo strano infatti i blocchi si verificano nella fase di recupero da uno sfrozo a marzo ripeto l'holter e dalle conclusioni non c'è scritto blocco senoatriale ma nei tracciati che lo segue trovo comunque blocco in frequenze elevata 2:1 ( nel tracciato si vede il battito passare da 150 a 75, 88, 94, 100 ) ora non so che fare se stare tranquillo o effettuare altri approfondimenti

Risposta del 08 giugno 2017

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Per poter vivere tranquillo, dovrebbe rivolgersi a un cardiologo specialista nelle patologie del ritmo cardiaco ( aritmologo )

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube