Bruciore al petto e piccole fitte allo sterno e dolore retrosternale

08 novembre 2014

Bruciore al petto e piccole fitte allo sterno e dolore retrosternale




05 novembre 2014

Bruciore al petto e piccole fitte allo sterno e dolore retrosternale

Salve, ho 35 anni ho il cuore ipertrofico e mesi addietro mi addietro mi hanno rilevato un amiotrofia laterale sx mi somministrarono metà pastiglia di atenololo al giorno e l'omeprazolo mattina e sera, fui ricoverato all'ospedale perché sentivo bruciore al petto e difficoltà nella digestione. . Oltre ad avermi rilevato una leggera amiotrofia, mi rilevarono esofagite pensando a quella come la causa del bruciore. Feci l'esame esofagogastrico e notarono piccole lesioni, mi diedero un medicinale medicinale, l'esopral per due mesi, ovviamente smisi di prendere omeprazolo. Ho fatto pure gli esami ematici e i risultati sono normali, settimane fa ho fatto l'esame RM del cuore con e senza contrasto, hanno rilevato che ho avuto un piccolo versamento questo perché ebbi la pericardite molti anni fa ma i risultati sono nei normali valori, mi hanno detto che è tutto apposto.
Non capisco come mai ho sempre del bruciore accompagnati accompagnati alcune volte da dolori allo sterno e retrosternali, come delle fitte, gli arti freddi. questo accade quando mangio ( mangio sano, alimenti non animali tranne ogni tanto pesce e niente che possa avere effetti per il reflusso gastrico ). Devo dire che da buon sportivo ho smesso di correre da mesi e smesso di muovermi molto perché sto molto tempo seduto e sedentario.
Vorrei capire come mai ho questi bruciori e fitte allo sterno e retrosternali di pochi secondi che le sento anche in gola poi cil cuore mi aumenta di battito ma poi la situazione torna regolare. Eppure i medici e i risultati sono apposto.

Grazie e in attesa della sua risposta.

Risposta del 08 novembre 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sembra di capire che lei soffre di reflusso gastro-esofageo che non risponde alla terapia in atto. Poiché denuncia anche una difficoltà digestiva (che può peggiorare il reflusso ), dovrebbe tornare dal suo medico per aggiornare e completare la terapia.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube