Bruciori di stomaco

08 dicembre 2018

Bruciori di stomaco




03 dicembre 2018

Bruciori di stomaco

Buongiorno, da circa 20 anni accuso problemi di stomaco con iperacidita, bruciore, eruttazioni e digestione lenta. Quando il disturbo è forte anche mal di testa e nausea. Inizialmente prendevo ranitidina a cicli. Da sei anni i disturbi sono divenuti più frequenti per cui solo in estate riesco a scalare la dose di omeprazolo da 20 a 10. Negli altri periodi omeprazolo da 20 mi risolve i problemi ma se tento di scalare i disturbi ritornano. Otto anni fa ho fatto una gastroscopia con esito negativo, come la ricerca dell'helycobacter. L'anno scorso ho consultato un gastroenterologo che mi ha visitato e mi ha detto di continuare con la cura di omeprazolo rimandando la gastroscopia a un eventuale aggravamente dei sintomi. Poiché con la cura controllo perfettamente i sintomi mi ha detto di continuare così. Vi chiederei cortesemente un parere

Risposta del 08 dicembre 2018

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


E' strano che dopo molti anni di disturbi dovuti al reflusso, la gastroscopia fosse completamente negativa. In ogni caso, dopo otto anni, non è sbagliato ripeterla. Come terapia. potrà proseguire alternando, a periodi, i due farmaci che già conosce, a seconda dell' entità dei sintomi ( uno è più potente dell' altra).

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)
Risposta del 08 dicembre 2018

Risposta a cura di:
Dott. MARIO GUSLANDI


Per sottrarsi alla "schiavitù" dell' omeprazolo occorre evidentemente provare a seguire altri tipi di approcci terapeutici, diversi dai soliti farmaci che riducono semplicemente la produzione gastrica di acido

Dott. Mario Guslandi
Medico Ospedaliero
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube