C.a.:  dott. migliaccio: malattia demielinizzante ed anestesia loc.

30 marzo 2006

C.a.: dott. migliaccio: malattia demielinizzante ed anestesia loc.




21 marzo 2006

C.a.: dott. migliaccio: malattia demielinizzante ed anestesia loc.

Gentile dottore, grazie per la sua risposta. Il sospetto di una malattia di origine demielinizzante è nato ad ottobre quando sono stata ricoverata perchè accusavo dolori al collo, alla schiena, parestesie alle mani e giramenti di testa. Inizialmente il sospetto era di un'infiammazione al midollo spinale, poi durante gli accertamenti, dalla risonanza all'encefalo, sono risultate delle piccole alterazioni, localizzate all'encefalo, mentre nel midollo il segnale è normale, alterazioni che non avevano però reazione al mdc. Mi hanno fatto rachicentesi ed esami immunologici. Il liquor è risultato essere nei limiti di norma e anche gli esami immunologici sono negativi. Ho ripetuto la risonanza, su consiglio della mia neurologa, a distanza di 4 mesi e la situazione è rimasta invariata, di nuovo senza reazione al mdc. La mia neurologa mi ha tranquillizzato molto a parole, io però sono molto spaventata e confusa perchè ho sempre male al collo e alla schiena e mi piacerebbe capire il motivo di queste alterazioni. La neurologa mi ha detto che ci sono molti casi come il mio, considerati atipici, le alterazioni potrebbero essere anche fisiologiche. . . . Mi ha detto che per ora posso soltanto aspettare e ripetere tra 7/8 mesi la risonanza, se per allora l'esito sarà ancora così, lei escluderà totalmente l'origine demielinizzante. Allora mi chiedo, perchè nell'esito della risonanza scrivono alterazioni di probabile origine demielinizzante? - e ancora - a distanza di 4 mesi non cè stato enhacement della patologia???? Quale patologia????. . . Mi scuso per essermi dilungata, ma la paura è tanta. . . . Ora ho bisogno di fare questa otturazione e la domanda se posso farmi fare l'anestesia locale, è nata per tutti questi motivi. La ringrazio anticipatamente e la saluto cordialmente

Risposta del 30 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Gentile signora,
Le consiglio anch'io di ripetere la RNM e l'esame del liquor fra 7/8 mesi, ma solo per doveroso controllo e per Sua tranquillità.
In ogni caso non penso che l'anestesia locale possa crearLe di problemi.
Cordialità

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa