Cardiologia

03 marzo 2015

Cardiologia




26 febbraio 2015

Cardiologia

Dottore buongiorno, sono a richiederLe un parere in merito a:
Mia madre di 75anni assumeva giornalmente il Coumadin 5mg per evitare esami del sangue continui le è stato sostituito con il Pradaxa 110mg perevitare i coaguli in quanto soffre di fibrillazione atriale (sper di non aver sbagliato il termine).

Da ormai un lungo periodo soffre di dolore artritico e reumatoide agli arti inferiori piedi e caviglie al punto di tenerla ferma su una sedia.

Tutti parlano di assumere degli antinfiammatori e antidolorifici ma nessuno sa indicarci dei farmaci che non vadano a contrastare il Pradaxa.

Mia madre è destinata a soffrire all'infinito? o potrebbero esserci dei farmaci che possono essere somministrati contemporaneamente?

Ringraziandola anticipatamente per la sua disponibilità sentitamente Raimondo Carlo

Risposta del 03 marzo 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Non è proibito associare un farmaco antidolorifico all' anticoagulante. Bisogna solo tener conto che l' effetto anticoagulante può venire aumentato. Ne deve parlare con il suo medico. Potrebbe essere necessario ridurre lievemente la dose dell' anticoagulante.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube