Catarro, tosse  e irritazione bronchiale

26 marzo 2006

Catarro, tosse e irritazione bronchiale




21 marzo 2006

Catarro, tosse e irritazione bronchiale

Gentile Dottore, ho 32 anni e mi decido dopo diverso tempo (qualche anno) a chiedere informazioni riguardo un problema che ormai fa parte della mia quotidianità ma che riflettendo tanto normale non è: ho costantemente una sensazione di secchezza ai bronchi che mi induce a tossire di frequente, spesso ho delle piccole quantità di catarro estremamente dense, collose e molto salate. Il tutto è da anni accompagnato ad un dolore alla scapola destra e alla parte retrosternale destra (al livello dei polmoni) che si affievolisce o addirittura scompare quando (e se) mi scompare il problema sopradescritto. Sottolineo anche che a volte, e soprattutto di prima mattina, quando faccio dei respiri profondi sento, sempre dalla parte destra, una vibrazione interna, per trovare un esempio è come se venisse allargato e steso un foglio di carta crespa. . . Essendo fumatrice (ora sto cercando di smettere) ho già fatto in passato i raggi al torace essendo preoccupata di questi sintomi. Ma tutto per fortuna negativo. Di cosa si può trattare? Che esami specifici si possono fare? La ringrazio moltissimo se darà risposta ai miei dubbi. Cordialmente

Risposta del 26 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


"piccole quantità di catarro estremamente dense, collose e molto salate" alcune forme batteriche hanno questa caratteristica.
"dolore alla scapola destra e alla parte retrosternale destra (al livello dei polmoni) che si affievolisce o addirittura scompare quando (e se) mi scompare il problema sopradescritto. " interessante questa analogia.
"sempre dalla parte destra, una vibrazione interna, per trovare un esempio è come se venisse allargato e steso un foglio di carta crespa. . . " altra caratteristica che potrebbe indicare sfregamenti pleurici. molto sfumati, non rilevabili ad un esame RX, forse ad un esame obiettivo, si possono sentire sregamenti.
Le consiglio di indagare il sistema immunitario.
Una piccola considerazione per quanto riguarda i fumatori, io preferisco sempre monitorarli con esami più approfonditi, come markers. Non si spaventi del consiglio, ma avere u situazione chiara attuale è sempre meglio. Purtroppo i fumatori presentano redisposizione, per cui una monitorizzazione è sempre efficae.
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
anticorpi sierici anti tireoglobulina
anticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)
Tireoglobulina
anticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK)
FT3, FT4, TSH
Anticorpi antinucleo (ANA e frazioni (ENA, Sm, RNP)
Calcitonina
Prolattina (possibilmente al 21°giorno mestruale)
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
· ANTICORPI ANTI-KLEBSIELLA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-MICOPL Asma PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-MYCOBACTERIUM TUBERCULOSIS
Markers:
· Antigene del carcinoma a cellule squamose (SCC)
· Antigene carboidratico mucinoso (MCA)
· Antigene polipeptidico tessutale. (TPA)
· Enolasi Neurone Specifica(NSE)
· Proteina S 100 (pS 100)
· Proteina p 53
· c-erb B2 neu
· Citocheratina 19 (Cyfra 21. 1)
· Glicoproteina 72 (Ca 72. 4)
· Epidermal Growth Factor (EGF)
· Epidermal Growth Factor-receptors (EGF-R)
· Fibroblast Growth Factor (FGF)
· Insulin-like Growth Factor (IGF-1)
· Platelet-derived Growth Factor (PDGF)

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube