Cattiva digestione e colon irritabile

20 gennaio 2017

Cattiva digestione e colon irritabile




19 gennaio 2017

Cattiva digestione e colon irritabile

Circa 5 mesi fa ho iniziato ad avvertire un forte bruciore allo stomaco con conseguente reflusso gastroesofageo, pancia e stomaco molto gonfi. Mi sono stati prescritti inizialmente lucen da 40, digerent, e bustine di esox-one, tuttavia con scarsi risultati. Successivamente, essendo un soggetto celiaco e con diverse Allergie alimentari pensavo di dover rifare una gastroscopia (fatta precedentemente a febbraio in cui risultava solamente la Celiachia ma nessun'altro disturbo) ma la gastroenterologa dopo avermi visitata ha ritenuto non avessi niente allo stomaco e che fosse una Dispepsia. Così ha deciso di prescrivermi pantorc da 20, neocarvi, viagas enzimi e debrum (inizialmente 2 pastiglie al giorno, successivamente sono passata a una al giorno e infine in alternanza un giorno si e uno no ). Nel primo periodo ho percepito un miglioramento in particolar modo per quanto riguarda il reflusso, tuttavia appena finita la cura, inizialmente di 3 settimane, i sintomi si sono riacutizzati e così ho ricominciato fino a trovare una sorta di equilibrio e ricominciando pian piano a reintegrare i cibi, dato che avevo smesso quasi completamente di mangiare. circa un mese fa i sintomi si sono ripresentati ma in forma leggermente differente. . sento un forte gonfiore nella parte addominale inferiore talvolta con dolori, sento spesso il bisogno di espellere l'aria posteriormente e quando avviene sento uno strano bruciore nella zona anale. in generale tutto ciò è stato attribuito all'Ansia e allo stress, che obbiettivamente vi sono, ma anche dopo aver passato la fase più acuta dell'Ansia i sintomi sono rimasti. . vorrei un ulteriore parere se è possibile. Grazie in anticipo

Risposta del 20 gennaio 2017

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Riprenda la stessa terapia e aggiunga uno dei tanti preparati non farmacologici che si oppongono alle eccessive fermentazioni, come quelli a base di carbone, di semi di finocchi e soprattutto di simeticone. Faccia anche dei cicli di una dozzina di giorni al mese con uno dei moderni probiotici.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube