Celiachia

04 dicembre 2014

Celiachia




29 novembre 2014

Celiachia

Salve dottore, sono una donna di 40 anni, da 13 circa peso 45 kg per 1'66 di altezza, pur mangiando normalmente. Qualche settimana fa ho fatto alcune analisi del sangue, ma il medico che me le ha prescritte è in malattia e non rientrerà a breve. Costui sospetta una celiachia, ma i valori dell'antigliadina e dell'NTIENDOMISIO risultano negativi. Tra 2 mesi farò comunque la gastroscopia con biopsia. Nel frattempo vorrei avere da lei un parere su alcuni valori alterati delle analisi e cioè:
inversione della formula leucocitaria (idem nelle analisi precedenti eseguite 9 anni fa), linfociti 50, 7 (normali 20-50), neutrofili 33, 7 (45-70), basofili 3, 24 (0-3), monociti 10, 7 (3-10) globuli bianchi bassi 3, 7 (4-11). I valori della VES risultano alti:prima ora 20, seconda ora 46, indice di katz 21'5 (3-15).
Potrebbe gentilmente dirmi se queste alterazioni sono compatibili con un quadro di celiachia, o se si può sospettare anche qualcosa di diverso? e in tal caso che cosa?
La ringrazio per l'attenzione, arrivederci.

Risposta del 04 dicembre 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


La lieve riduzione dei linfociti con un aumento relativo dei linfociti non è una caratteristica della celiachia. E' riferibile a una lieve infiammazione ( vedi anche la VES ), ma non specifica di qualche organo.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Colite ulcerosa
14 aprile 2020
Patologie mediche
Colite ulcerosa
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube