Cisti sacrococcigea

13 maggio 2006

Cisti sacrococcigea




20 marzo 2006

Cisti sacrococcigea

Dopo aver sollecitato con un esercizio di ginnastica l'osso sacro o cominciato a sentire dei forti bruciori anali e nella zona del tratto sacrale. Ho fatto una risonanza mangetica dove risulta una protrusione L5 S1 senza interessamento dei nervi ma il neurochirurgo che mi ha visitato a novembre a dato a questa protrusione la colpa dei miei disturbi. Mi ha fatto fare l'ozono terapia che non è servita assolutaemnte a niente. Dopo aver sentito un migliaio di altri medici alcuni di essi mi hanno detto che quella non può assolutamente essere la causa dei miei dolori che in effetti sono insopportabili se vengo toccata alla punta del coccige. In questo momento ho forti dolori all'osso sacro, all'ano, bruciori vaginali e di tutti i glutei e gambe. Ho fatto anche una tac dove risulta un ispessimento dei muscoli perirettali. Una cisti sacro coccigea si sarebbe vista da una tac? So di persone che hanno combattuto mesi prima che gli venisse diagnosticata in quanto non aveva nessunissimo segnale esterno. Non so più dove sbattere la testa, sto distruggendo il mio stomaco con gli antidolorifici e non ho più una posizione in cui sto bene, ma la più atroce è seduta. Un consiglio vi prego!

Risposta del 13 maggio 2006

Risposta a cura di:
Dott. PAOLO BRUSCHELLI


LA COCCIGODINIA TROVA FONDAMENTO IN UNA IRRITAZIONE LOCALE DELLE TERMINAZIONI NERVOSE SENSITIVE.
SI RIVOLGA AD UN BUON ANESTESISTA SPECIALISTA NELLA TERAPIA DEL DOLORE. AUGURI

Dott. Paolo Bruschelli
Casa di cura convenzionata
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Ricercatore
Specialista in Anestesia e rianimazione
Specialista in Chirurgia generale
CIVITANOVA MARCHE (MC)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube