Cistite

10 luglio 2005

Cistite




07 luglio 2005

Cistite

Egr. Dottore, in seguito ad una cistoscopia mi hanno diagnosticato una bruttissima infiammazione alla vescica, naturalmente con componente batterica. Non so quale perchè non me lo hanno detto, sto curandomi con chinoplus da 600mg, ma la situazione non sembra molto cambiata (sono otto giorni che assumo questo medicinale), quello che non sono riuscita a chiedere, perchè ti mandano via senza lasciarti nemmeno fiatare, è, assumo da diversi anni neurontin da 400 mg, cinque compresse al giorno, 40 gocce contramal divise in due somministrazioni, purtroppo devo prenderle perchè ho una coccigodinia che nessuno è mai riuscito a curare, e due ernie a livello lombo-sacrale, mi chiedevo quindi possono essere questi medicinali a crearmi problemi alla vescica? E' vero che da un tampone vaginale è risultato positivo per uno streptococco beta emolitico gruppo B, ma l'urinocultura era negativa. Invece dal day-hospital sembra sia positiva, di che, non so'. So soltanto che i disturbi non migliorano, sto diminuendo la dose dei medicinali, anche perchè sono troppi anni che li prendo. il contramal da un anno circa, però prima o poi devo smettere. Inoltre, le chiedo, può una infiammazione, anche se brutta, portare dolore e bruciori a livello vulvare, dolore alla zona sacrale, dolori al fianco e problemi ginecologici, anche perchè, non ho rapporti sessuali con nessuno da molti anni ed inoltre questi sintomi sono comparsi sette anni fà, tutti insieme, dopo un'infezione da clamidia, lasciatami da quello che un giorno era la mia metà, che fu piuttosto devastante e portata addosso con febbre e micosi vaginali e vulvari. Dopo di allora sono incominciati i miei guai. Mi scusi per la lungaggine della mia email avrei voluto abbreviare, ma più di così non potevo. La ringrazio tantissimo, Anna, Napoli

Risposta del 10 luglio 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI BERETTA


Una infiammazione delle vie urinarie può causare dolori in tutto il distretto uro-genitale. Tenga presente comunque che spesso queste problematiche hanno una componente funzionale e solo modificando il proprio stile di vita e le proprie abitudini molte volte otteniamo un miglioramento dei sintomi e dei disturbi lamentati. Cordiali saluti.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Salute maschile


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube