Clamidia

10 febbraio 2005

Clamidia




07 febbraio 2005

Clamidia

Gentilissimi buongiorno, Mi chiamo Sergio ho 44 anni e nell’ultimo mese, avendo un bruciore durante la minzione ho scoperto di essere affetto da clamydia, Premetto che non ho mai avuto disturbi simili in precedenza, che ho una partner fissa da circa sette mesi, e che rapporti precedenti con un'altra partner risalgono a Gennaio 2004 per me e ancor meno recenti per lei che comunque da un controllo con il tampone risulta negativa. Consultando vari medici non sono riuscito a risalire alla causa del contagio, o per lo meno se questo tipo di infezione si può trascinare senza avere sintomi per così lunghi periodi, e sono stato tacciato quasi di essere infedele!!! Le sarei molto grato se riuscissi ad avere spiegazioni che vanno oltre all’apparente “tradimento”. Ho assunto della eritromicina per due settimane abbinata nell’ultima settimana di cura con della Tetraciclina (MINOCIN). Dovrò ripetere tra circa una settimana il tampone uretrale, e oggi non ho più bruciore durante la minzione ma mi sono rimaste tracce lievissime di siero trasparente. Grazie

Risposta del 10 febbraio 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI BERETTA


La Clamidia è una infezione non rara e spesso asintomatica. Consiglio di fare i controlli colturali anche alla partner senza drammatizzare un normale problema di tipo medico. Cordiali saluti.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
FIRENZE (FI)

Ultime risposte di Sessualità

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa