Clistere in gravidanza

28 novembre 2012

Clistere in gravidanza




23 novembre 2012

Clistere in gravidanza

Buonasera.
Sono alla 35°settimana di gravidanza e, fortunatamente solo nell'ultimo mese, sto soffrendo di stitichezza. La dieta ricca di fibre che seguo abitualmente non dà più risultati, e invano ho assunto gli sciroppi prescritti. La ginecologa mi aveva sconsigliato i clisteri per il rischio di contrazioni, ma ho voluto provarne lo stesso uno casalingo da adulti, fatto con lo strumento di irrigazione intestinale, e composto di acqua e camomilla. Prima della gravidanza, soffrendo da sempre di stipsi, i clisteri sono sempre stati per me una pratica efficace: non ho mai sentito dolori o fastidi addominali, ed ora, non avendo mai avuto contrazioni, mi sono sentita tranquilla di provare. Le mie domande sono: se le contrazioni si devono manifestare, dopo quanto tempo dal clistere posso avvertirle? E poi: vista la mia storia personale e la reazione del mio corpo ai clisteri, ritiene che possa utilizzarlo di nuovo senza danni, se è necessario?

Risposta del 28 novembre 2012

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Credo che piccoli clisteri a temperatura corporea e a bassa pressione non possano provocare danni. Meglio questi che grossi sforzi per evacuare.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa