Colesterelomia e trigliceridemia (segnalazione plasma lipemico)

27 aprile 2016

Colesterelomia e trigliceridemia (segnalazione plasma lipemico)


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


21 aprile 2016

Colesterelomia e trigliceridemia (segnalazione plasma lipemico)

Buon giorno,
mi chiamo Andrea, ho 40 anni, nel mese di Aprile 2016
ho fatto degli esami generici del sangue.
Mi è stata riscontrato trigliceridemia a 516 (PLASMA LIPEMICO ), valore consentito fino a 180.
Colesterolo totale 328, val. elevato > 220.
Colesterolo LDL (cattivo) 214, valore elevato > 160. colesterolo HDL (buono) 43, oltre 35 per uomini (OK ).
transaminasi AST 109 valore elevato > 40
transaminasi ALT 157 valore elevato > 40
transaminasi GGT 135 valore elevato > 50
.
Premetto che un mese prima, cioè marzo, ho effettuato gli stessi esami, dopo tali esiti, ho cercato di seguire la dieta indicata dal mio medico di base, riducendo grassi ricchi di colesterolo, selezionando es. mozzarella al posto di formaggi stagionati, no carni rosse, solo bianche, non sono riuscito ad eliminare completamente gli alcolici, cosa suggerita dal mio medico per abbattere trigliceridi e transaminasi, mi sono concesso di bere birre a bassa fermentazione a pasto nel fine settimana (4, 5 gradi ). risultato è che a distanza di un mese gli esami erano pressochè identici.
Il mio medico alla seconda visita ha prescritto di prendere simvastatina 20 gr. , indicando che tali valori sono ad altissimo rischio di contrarre malattie cardiovascolari, trombi e ictus.
.
Le mie domanda sono, questa pastiglia mi accompagnerà vita morte natural durante?
Devo dare la colpa solo agli abusi alcolici commessi nei week end precedenti agli esami o il fattore è più complesso?
La " scheda tecnica" della simvastatina 20 gr dice di fare attenzione alla somministrazione o di non somministrare tale farmaco in pazienti con funzionalità epatica compromessa, con valori di trigliceridi (plasma lipemico) e transaminasi così elevati non è che sovraccaricato un fegato già sotto " sforzo" ? ? Il mio fegato è malato o no?
Dopo quanto è utile ripetere prelievi dal sangue, è da due giorni che prendo simvastatina

Grazie per la gentile risposta

Risposta del 27 aprile 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


No, l'alterazione dei valori è dovuta solo in parte a stravizi dietetici o alcolici, è anche un fattore congenito. Pertanto la regolazione della dieta (e dell'alcol! ) è necessaria ma non sufficiente. Sono d'accordo sulla terapia, che ritengo necessaria per lei. Non legga più i " bugiardini ".

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Fegato

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Fegato sotto attacco virale
Fegato
02 agosto 2020
Notizie e aggiornamenti
Fegato sotto attacco virale
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
Fegato
27 luglio 2020
Quiz e test della salute
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato
Fegato
07 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato