Colon irritabile

19 agosto 2014

Colon irritabile




14 agosto 2014

Colon irritabile

Salve sono una ragazza di 26 anni e da circa un mese soffro di alcuni disturbi che mi rendono la vita davvero " faticosa" ;. Circa un mese fa al termine di una cena ho avuto la strana sensazione di non riuscire a respirare correttamente, come se il respiro si bloccasse proprio al centro dello stomaco, " fame d'aria" ;. . . da quell'episodio sono iniziati una serie di problemi. . . . il fastidio di non riuscire a respirare non è mai andato via, ogni volta che termino un pasto il mio stomaco si gonfia e indurisce, ho avuto fitte anche abbastanza dolorose nella parte sinistra dell'addome proprio sotto le costole, anche se sporadicamente, si sono susseguiti poi episodi di Diarrea e stipsi. tutto questo bel quadretto è peggiorato quando ho iniziato a soffrire di dolori alle braccia che a volte durano tutto il giorno, stanchezza costante e rare fitte anche se pungenti al polpaccio sinisto. al pronto soccorso, dopo emocromo ed enzimi cardiaci nella norma, mi hanno parlato di epigastralgia, mentre il mio medico mi ha detto che si tratta di Ansia associata a colon irritabile, mi ha prescritto delle gocce per il problema dell'intestino. . . . . Valpinax. ad oggi il fastidio persiste ancora e sembra sempre più peggiorare. . . . a volte mi sveglio con la sensazione di non riuscire a respirare, fastidio che persiste per tutto il giorno, il mio addome è costantemente gonfio, cosa che peggiora con i pasti. convivo con questi dolori e la stanchezza, temuto il peggio, qualcosa di grave. Spero di ricevere presto una risposta. Distinti saluti

Risposta del 19 agosto 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


No, non deve " temere il peggio". Non credo che abbia nulla di grave. Il fatto è che quella situazione che, per brevità, chiamiamo colon irritabile, può essere causa di tanti disturbi, non solo al colon, ma anche allo stomaco, all'esofago e al di fuori dell'apparato digerente, , come irritabilità, stanchezza, dolori i diversi, Cefalea. Talvolta il colon irritabile è aggravato da qualche intolleranza alimentare. Spetta a lei cercare di capire se è intollerante a qualche cibo. Spetta, invece, al suo medico stabilire le cure più idonee, che possono anche essere modificate a seconda di quali sono i disturbi più fastidiosi. Ritorni da lui e segua le sue cure.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino




Vedi anche:
Ultimi articoli
Colite ulcerosa
14 aprile 2020
Patologie mediche
Colite ulcerosa
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube